Petrolio bianco Ci sono 2 prodotti.

Mostrando 1 - 2 di 2 articoli
  • Anteprima
    19,60 € Disponibile

      PETROLIO BIANCO LT 5. Perfetto per illuminazione di lampade e lumi, oltre che come combustibile e il riscaldamento.  Indicato anche per la pulizia di parti grasse, olio, catrame e smalti. Protegge le superfici dalla formazione di ruggine, limitandone il deterioramento. Come solvente per cere e vernici. Disponibile in fusti da 5 litri. Incolore.

    19,60 €
    Disponibile
  • Anteprima
    9,60 € Disponibile

    PETROLIO BIANCO. Perfetto per illuminazione di lampade e lumi, oltre che come combustibile per il riscaldamento. Indicato anche per la pulizia di parti grasse, olio, catrame e smalti. Protegge le superfici dalla formazione di ruggine, limitandone il deterioramento. Come solvente per cere e vernici. Disponibile in lattine da LT 1 . Incolore.

    9,60 €
    Disponibile
Mostrando 1 - 2 di 2 articoli
Petrolio bianco

Petrolio bianco cos'è e a cosa serve

 

Il petrolio soprannominato oro nero, dalla sua colorazione che va dal marrone scuro al nero, anche se come si presenta dipende molto dai giacimenti da cui esso viene estratto, può infatti essere persino di colore arancione. E’ un liquido altamente infiammabile estratto direttamente dalla roccia, processo ...

Petrolio bianco cos'è e a cosa serve

 

Il petrolio soprannominato oro nero, dalla sua colorazione che va dal marrone scuro al nero, anche se come si presenta dipende molto dai giacimenti da cui esso viene estratto, può infatti essere persino di colore arancione. E’ un liquido altamente infiammabile estratto direttamente dalla roccia, processo dai cui questa sostanza prende il nome di petrolio greggio. Proprio da questo viene fatto derivare il famoso petrolio bianco.

 

Quest’ultimo infatti, è un composto creato da un processo di distillazione del petrolio greggio. Si tratta di una miscela composta da idrocarburi, che si presenta come un liquido limpido dall’odore particolare. Gli idrocarburi sono invece dei componenti di origine fossile, usati per la combustione.

 

Questo derivato, è trasparente anche se in commercio si possono trovare tonalità differenti, come quello giallo, rosso e arancione, persino profumato, per lo più diffuso e utilizzato per pulire e smacchiare. Conosciuto anche con il nome di petrolio bianco lampante. Solubile completamente nella era d’api a caldo.

 

Il petrolio bianco prodotto che invece non è assolutamente solubile nell’acqua, mentre differente la reazione nel caso in cui venga a contatto con altri solventi di tipo organici. Generalmente viene utilizzato su superfici varie per proteggerle dalla formazione di ruggine, limitandone il deterioramento, oppure anche come solvente per le vernici. Particolarmente conosciuto per le pulizie e soprattutto per smacchiare, ad esempio rimuovere macchie di catrame, smalti e ancora pitture. Uno degli altri utilizzi del petrolio bianco è la sua funzione di combustibile, in particolare per la lubrificazione e la carburazione di parti meccaniche.

 

Oltre che per pulire le catene delle bici e delle moto, esso ha mille proprietà e usi, infatti può essere impiegato persino per illuminare le famosissime lampade a petrolio. Certo è sconsigliato utilizzare del petrolio bianco di tipo aromatizzato, in quanto potrebbe danneggiare l’intero impianto. Composto usato pure per la pulizia di armi.

 

Come già accennato, il petrolio bianco di tipo profumato è spesso impiegato per eliminare grasso catrame e soprattutto olio da differenti superfici. Come solvente per macchie di ruggine e persino di cera, e per la diluizione di vernici, al fine di aumentarne la resa e renderle più brillanti. Questo prodotto se unito a soluzioni con l’olio paglierino, diventa ottimo sul legno per rinvigorirlo successivamente al processo di sverniciamento della superficie interessata.

 

Petrolio bianco dove si compra

Il petrolio bianco, anche detto petrolio lampante è un composto liquido che può avere svariati utilizzi, solitamente viene impiegato per smacchiare ed eliminare grasso, olio e ruggine da varie superfici, oltre che per illuminazione e riscaldamento in lampade, lumi e altro. Diffuso soprattutto per pulire oggetti metallici e meccanici, come le catene di moto, bici e motorini. Derivante dal petrolio greggio, quello bianco ha un odore molto particolare e può presentarsi con colorazioni diverse, nonostante sia principalmente trasparente. Ideale per pulire e smacchiare.

 

Questo prodotto è disponibile o in fusti oppure anche in lattine da un litro e si può davvero trovare ovunque. Potete trovarlo in tutti i negozi di ferramenta o di bricolage. Principalmente presso i reparti dedicati alla vernice, in genere accanto ad altri tipi di solventi come per esempio l’acqua ragia.

 

Nel caso in cui però non vogliate perdere troppo tempo, soldi e fatica, allora trovate il petrolio bianco con tanti altri suggerimenti persino su internet. Facendo il vostro ordine online avrete il prodotto direttamente a casa vostra in pochissimo tempo, pronto per essere utilizzato.

 

Come tutti i derivati dal petrolio, anche questo composto richiese delle precauzioni quando lo utilizzate. Importantissimo maneggiare sempre con molta cura questa sostanza, non è necessario indossare per forza una mascherina per proteggere naso e bocca dalle inalazioni, infatti il prodotto possiede un evaporazione molto bassa.

 

Consigliati invece, degli occhiali di sicurezza, anche se il petrolio bianco non è molto volatile, ma sempre meglio averli per evitare conseguenze e rischi. Si tratta comunque di un composto pericoloso, per questo bisogna attrezzarsi bene. Potrebbe essere importante mettere dei guanti per proteggere le vostre mani, potete scegliere o quelli in plastica, oppure vanno benissimo anche i classici, protettivi in gomma.

 

Ricordatevi sempre di non lasciare mai il contenitore in ambienti con temperature particolarmente elevate o al sole, in quanto si tratta di un prodotto altamente infiammabile. Tenetelo fuori dalla portata dei bambini, e non gettate il composto negli scarichi dell’acqua, perché il petrolio bianco è un materiale inquinante e deve essere smaltito in maniera corretta.

 

Petrolio bianco come smaltirlo

 

Il petrolio bianco e un composto fatto derivare dalla distillazione del petrolio greggio. Conosciuto anche con il nome di petrolio lampante. Tra i due non esistono in realtà differenzehttp://www.mtbforum.it/community/forum/showthread.php?t=257358, sono entrambi ugualmente efficaci. Utilizzati per molte operazioni di pulizia in diversi settori. Soprattutto per eliminare grasso, olio, sporco e mantenere le parti meccaniche lubrificate e pulite, come catene persino perfetto per i cuscinetti.

 

Il petrolio bianco è incolore e possiede un odore molto pungente, anche se essendo poco volatile non richiede l’obbligo di munirsi di mascherina di sicurezza, va comunque maneggiato con estrema cautela. Alcuni sostengono che il problema di utilizzare questo composto non sia la sua efficacia, piuttosto lo smaltimento. Essendo un prodotto altamente inquinante bisogna trovare il modo giusto per gettare i residui che rimangono dopo la lavorazione delle superfici. A questo proposito esistono diversi modi di procedere.

 

Quello che non bisogna mai fare è bruciare il composto, buttarlo nei comuni scarichi o farlo evaporare, tutti questi casi comportano un impatto ambientale da non sottovalutare.

 

Le alternative adeguate sono, o raccogliere gli scarti e consegnarli alle famose isole ecologiche. Per chi non lo sapesse, sono dei centri di raccolta e smaltimento di rifiuti inquinanti o ingombranti, vernici, colle, solventi, pesticidi e addirittura gli acidi.

 

Le isole ecologiche accettano tutti i rifiuti che non possono essere contenuti nei classici cassonetti. Rottami ferrosi e rifiuti particolarmente ingombranti, come materassi, divani e arredi di vario genere. Legno, tra cui mobili e cassette solitamente utilizzati per il trasporto della frutta, vegetali e scarti di giardino, erba piante e similari. Pile, pneumatici, apparecchiature elettriche come tv e pc, batterie auto, polistirolo e imballaggi voluminosi. Tubi al neon e lampadine, persino farmaci scaduti, oli alimentari e minerali. Queste sono tutte le sostanze e materiali che solitamente vengono prese dalle isole ecologiche per poi essere smaltite adeguatamente.

Questo comporta parecchi vantaggi, non solo a livello ambientale, ma anche conferendo all’utente la possibilità di essere agevolato con detrazioni sulle tasse, però questo dipende dall’amministrazione comunale competente della zona. Generalmente disponibili in vari comuni Italiani. Se non siete sicuri che ci sia un’isola ecologica nella vostra zona, allora provate a cercare su internet quella più vicina. In alternativa parlate con il vostro meccanico oppure benzinaio di fiducia che teoricamente deve avere un modo per eliminare gli scarti della propria officina.

 

La nota positiva del petrolio bianco è che nel caso in cui si tenga fermo per diversi giorni, lo sporco tende a sedimentarsi e dunque può essere tranquillamente riutilizzato, anche più volte. In questo modo lo scarto da eliminare sarà pochissimo e lo smaltimento veloce, sempre con le dovute precauzioni.

 

Utilizzando il petrolio bianco, il costo per la manutenzione di moto, bici e motorini è davvero ridotto. Questo perché non serve più acquistare diversi prodotti per pulire le vostre catene. Oltre a sgrassare senza sprechi e con risultati davvero incredibili, lucida e lubrifica in maniera eccellente. Per le moto, soprattutto quelle da induro, che generalmente vanno su terreni particolarmente fangosi, consente di mantenere la trasmissione pulita senza fatica.

Petrolio bianco per illuminazione e riscaldamento

 

Come abbiamo più volte accennato, il petrolio bianco è un composto liquido particolarmente infiammabile, con un odore forte e incolore. Considerato un derivato per distillazione del petrolio allo stato puro, detto greggio, cioè direttamente estratto dalla roccia.

 

Questa sostanza è una miscela composta da idrocarburi, combustibile naturale che può avere diversi utilizzi. Principalmente viene usato per rimuovere macchie di vario genere dalle superfici, soprattutto per il trattamento di metalli. Ad esempio agevola l’eliminazione di grasso e olio, ma non solo. Specifico per ruggine, preservando e proteggendo la parte su cui il petrolio bianco viene applicato, per lungo tempo, impedendone il deterioramento.

 

Perfetto per smacchiare e pulire in maniera efficace e veloce, usato soprattutto nel settore meccanico, ma può avere anche tante altre importantissimi utilizzi. Pensate all’illuminazione, il petrolio bianco è un perfetto combustibile, ad esempio per l’accensione delle classiche lampade a petrolio o lumi.

 

Come quelle che generalmente vengono usate durante i campeggi per consentire una certa visibilità, il petrolio bianco è dunque un combustibile ancora oggi utile a tale scopo, nonostante la sempre maggiore diffusione delle torce a batteria.

 

Il petrolio bianco viene anche usato come combustibile per riscaldarsi, come ad esempio nelle stufe a petrolio. Infatti consente d'innalzare la temperatura dell’abitazione o in generale degli ambienti, molto più velocemente di altri impianti di riscaldamento moderni. Uno dei vantaggi delle stufe a petrolio è il costo, anche se il combustibile adatto per questo tipo d’impianto presenta costi maggiori.

 

Il combustibile di tipo liquido per riscaldamento può essere sia petrolio, ma anche cherosene e bioetanolo. Questa modalità di riscaldamento non richiede apparecchi con canna fumaria, considerato che il comburente è comunque l'ossigeno, necessario predisporre un continuo ricircolo d'aria così che nell’ambiente non si accumuli troppo monossido di carbonio.

 

Per coloro che hanno una stufa a petrolio o a kerosene è in qualche modo avvantaggiato, soprattutto se l’ambiente da riscaldare risulta essere molto grande, in particolare se si fa un confronto con un impianto di tipo elettrico, proprio per la velocità con cui l'aria si riscalda. Un altro vantaggio delle stufe a petrolio è che ci si può comunque scaldare anche nel caso in cui venga a mancare la luce per diverso tempo. Quindi riscaldarsi con un impianto a petrolio potrebbe davvero essere una delle alternative alle altre forme di riscaldamento.

 

Petrolio bianco per pulire.

Il petrolio bianco è un composto che deriva proprio dal petrolio greggio, molto indicato per pulire e lubrificare oggetti in metallo che presentano una certa quantità di grasso e olio, come possono essere le parti meccaniche di una moto o di una bicicletta. Infatti, perfetto per la lubrificazione delle catene, di solito effettuata a ogni lavaggio o in caso di pioggia abbondante. Per la pulizia è uguale, in quanto il grasso presente sui componenti del mezzo tende a raccogliere molta polvere e sporcizia, compromettendo il funzionamento della moto stessa.

 

Indicato per le moderne catene, che richiedono una certa attenzione, in quanto si possono danneggiare molto facilmente, soprattutto se trattate con composti come benzina o gasolio, particolarmente aggressivi. Infatti, il petrolio bianco è considerato il prodotto davvero universale, ideale proprio per pulire tutti i tipi di catene e altro, in maniera perfetta ma soprattutto senza alcun rischio.

 

Basta acquistare un barattolo di petrolio e versarne la quantità sufficiente in un contenitore, poi prendere un piccolo pennello si procede pulendo tutta la zona interessata, in questo caso la catena, allo stesso tempo facendo girare la ruota del mezzo. Solo successivamente si può passare alla pulizia della corona e del pignone, nello stesso identico modo, senza toccare le parti in plastica o in gomma. Successivamente si può lavare la motocicletta, stando attenti ad asciugare bene la catena, magari aiutandovi con l’aria compressa, oppure se non ne siete provvisti, va benissimo anche un semplice straccio. Solo dopo si può passare alla lubrificazione degli ingranaggi.

 

Il petrolio bianco è anche un ottimo solvente. Significa che consente di rendere più fluido il composto con cui viene mischiato, come la cera o la vernice. Si tratta quindi di sostanze in forma liquida che hanno la capacità di sciogliere quelle di tipo solide, liquide e anche gassose. Si distinguono in polari, come per esempio l’acqua e apolari, quali pentano e benzene. Il petrolio bianco è uno dei composti che spesso viene richiesto proprio per essere impiegato come solvente in particolare per le pitture. Riesce infatti, a massimizzare il volume della pittura rendendone molto più semplice la sua applicazione, o usando un pennello o altre differenti tecniche specifiche.

 

Il petrolio bianco sta sempre di più sostituendo la trementina. Questo in quanto con il suo potere solvente su grassi, cere e resine naturali, è comunque molto meno nocivo.

Più