Cemento Ci sono 6 prodotti.

Mostrando 1 - 6 di 6 articoli
Mostrando 1 - 6 di 6 articoli
Cemento

Cemento cos’è e a cosa serve.

In generale il cemento è un materiale di costruzione, usato nel settore edilizio come elemento principale per tantissime operazioni di rifinitura e fabbricazione. Esso è più propriamente detto cemento idraulico, o anche legante. In quanto si tratta di una sostanza che con il solo aiuto dell’acqua o altri componen...

Cemento cos’è e a cosa serve.

In generale il cemento è un materiale di costruzione, usato nel settore edilizio come elemento principale per tantissime operazioni di rifinitura e fabbricazione. Esso è più propriamente detto cemento idraulico, o anche legante. In quanto si tratta di una sostanza che con il solo aiuto dell’acqua o altri componenti, riesce a sviluppare le sue proprietà particolarmente adesive, e una volta essiccato diviene vera e propria pietra. Infatti lo scopo principale del cemento è proprio quello di legare insieme due oggetti, come le rocce o i mattoni e tanto altro.

Generalmente viene miscelato con acqua e altri materiali, ad esempio sabbia, pietrisco e ghiaia, questa operazione fatta in relazione a quale sia lo scopo di lavorazione.

 

Il componente principale del cemento è il clinker. Esso viene prodotto dalla frantumazione di materie prime naturali come calcare e argilla, macinati e amalgamati, per poi essere alimentati al forno di cottura. Il clinker viene portato fino a 1450°C per la formazione di nuovi minerali, costituito principalmente da calcio, silice, alluminio e ossidi di ferro.

 

Il cemento si presenta dunque come un miscuglio di silicati e alluminati di calcio. Essi nascono dalla cottura di argilla e calcare, o in alcuni casi anche di marna, in questo specifico caso si tratta appunto di cementi di tipo naturale.

Le differenti tipologie vengono poi impiegate in relazione al tipo di lavoro che si deve effettuare. Ad esempio per costruire case, strade, o ponti, ma anche perfetto per piccole riparazioni, oppure rifiniture, come nei forni in genere e caminetti, stufe, canne fumarie e altro.

Esistono infatti vari tipologie di cemento, in base alla propria resistenza, oltre che durezza e composizione. Addirittura vengono distinti ben 27 sottotipi di cemento. Si tratta comunque di una pietra artificiale che si presenta con una certa durezza, venduto in polvere più o meno fine, in sacchi di peso variabile. Viene indicato come cemento ogni composto con proprietà adesive, rappresentando il materiale principale nel lavoro di costruzione.

Il cemento più conosciuto è detto portland, nato in Inghilterra nel diciottesimo secolo. Esso prende il nome dal luogo in cui la pietra viene trovata cioè la penisola di Portland. Essa veniva usata per le costruzioni di ogni tipo.

La tipologia in assoluto più potente e forte è sicuramente il cemento armato. Infatti, esso prima di essere steso, viene creata un’armatura fatta di ferro che vanno a formare un vero e proprio sostegno nella parte interna della costruzione, in un secondo momento gettato il composto. Così che la costruzione diventi praticamente impenetrabile. Questo solo grazie all’accoppiamento, metallo pietra, proprio per creare costruzioni robuste e capaci di resistere a tutte le possibili condizioni, soprattutto in caso di sismi. Per questo motivo ormai utilizzato per creare le abitazioni, rendendole molto più stabili e sicure.

Poi c’è il cemento autopulente con dei componenti che consentono di mantenere la superficie candida a lungo, impedendo alle sostanze chimiche nell’atmosfera d'intaccare il composto. Mentre quello a presa rapida è specifico per consentire un’asciugatura immediata, basta solo pochi minuti.

 

Cemento refrattario per caldaie e forni.

 

Il cemento refrattario è uno dei tantissimi tipi di materiale utilizzato nel settore edile http://www.faidate360.com/malta-refrattaria.html per la costruzione e la rifinitura di un infinità di opere. Ogni tipologia di composto nasce e si compone in base a quello che deve essere il suo impiego. In questo caso il cemento refrattario, oltre a essere un comune cemento, cioè un legante, è stato prodotto e pensato come materiale molto resistente, infatti essa è una delle sue caratteristiche principale.

La sua particolarità è proprio quella di poter tranquillamente essere applicato in ambienti dove le temperature sono davvero molto elevate. Mantenendo comunque la sua composizione, senza cedere o essere danneggiato, anche se esso viene sottoposto al calore per molto tempo. Non c’è il rischio che si rompa oppure reagisca se a contatto con altri materiali. Infatti, il cemento refrattario viene considerato il composto più adatto quando si tratta di costruire o rifinire e intonacare caminetti, canne fumarie, forni in muratura, e come si sa, il loro scopo principale è proprio quello di produrre calore. Di conseguenza, non c’è materiale migliore che possa essere usato, ideale persino per il fissaggio di caldaie. Garantendo così anche prestazioni elevate e una certa durata dei manufatti.

La soglia di resistenza riconosciuta a questo composto è stabilita che possa giungere addirittura fino i 1000 F. Il cemento refrattario viene dunque impiegato non solo per forni e caminetti. Persino nel processo di fusione del vetro, dei materiali in ceramica, per la produzione di ghisa e dell’acciaio. Pensate che viene anche usato per i reattori chimici e nucleari.

I suoi componenti sono calcio, argilla e argilla macinati in aggiunta dei leganti speciali. In commercio la potete trovare sotto forma di composto in polvere, secco già pronto per l’uso, basta solo miscelarla con un po’ d’acqua senza l’aggiunta di nient’altro.

 

Il cemento refrattario possiede anche una presa e un indurimento molto rapidi, oltre che una buona resistenza meccanica, soprattutto se sottoposto a sollecitazioni.

La cosa importante è lavorare questo composto velocemente, la miscela deve risultare non acquosa, senza la formazione di grumi e abbastanza fluida per essere lavorata con facilità. Basta poi prendere una cazzuola e applicare il materiale sulla zona interessata, eliminando immediatamente quella in eccesso, così da evitare che si solidifichi. Pulire bene la zona prima di usare il cemento refrattario e bagnare con dell’acqua la parte interessata per agevolarne l’applicazione.

Cemento bianco e grigio.

Il cemento bianco è un tipo di cemento composto per lo più da clinker, e in percentuale minore da calcare e altri materiali. Esso viene usato soprattutto per la creazione di opere d’arte, in quanto da la possibilità di creare superfici di colore bianco, come le facciate. Diffuso anche per la riparazione di sanitari, per realizzare piastrelle, mattonelle, per stuccare fughe e pavimentazioni, oltre a essere il componente di base per la confezione di paste cementizie, malte e calcestruzzi.

Una delle sue caratteristiche principali è proprio la colorazione, che oltretutto riesce perfettamente a mantenersi per lungo tempo. Il cemento bianco infatti si differenzia da quello comune, presentando tutte le ottime caratteristiche tipiche del cemento di portland, resistentissimo e robusto in aggiunta alla sua colorazione. Essa può essere anche utilizzata per la preparazione di malte per l’intonaco di tipo bianco, oppure colorato. Unito con alcuni metalli, ad esempio il cromo, al fine di creare un composto di colorazione diversa.

La colorazione del cemento bianco è data dalla bassissima percentuale di ossido di ferro, e dalla presenza di materiali come l’argilla bianca e calcare bianco. Differente quello d colorazione grigia, in cui l’ossido di ferro è presente in quantità assai maggiori.

Le caratteristiche di questo prodotto, oltre ad avere una colorazione particolare, possiede tante altre proprietà. Si tratta di un composto che presenta una buona resistenza alla compressione, è in aggiunta una certa elasticità, significa che non subisce deformazioni se sottoposto a particolare pressione. Il suo volume non tende a ridursi con il tempo, in particolare nel momento di presa e soprattutto d'indurimento, garantendo così una stesura praticamente perfetta. Quello che però davvero contraddistingue il cemento bianco da tutti gli altri, è la sua capacità di assorbire i pigmenti colorati, dando la possibilità di creare e mettere in commercio una grande quantità di cementi colorati, per consentire una più ampia scelta.

Anche il cemento grigio, quello in generale più conosciuto, viene utilizzato per la costruzione di case e altro, specifico per i lavori edili e piccole riparazioni, per stoccare o preparare malte.

Come usare il cemento

Il cemento non è difficile da usare e applicare, nel senso che non necessariamente si deve essere dei geni per saperlo maneggiare, è però sempre bene documentarsi per evitare danni.

Il cemento solitamente viene acquistato dalle imprese edili e giunge nei cantieri in contenuto in enormi sacchi. Si presenta sotto forma di polvere che prima di tutto deve essere ben conservata e soprattutto protetta dall'umidità.

Abitualmente chi lavora con questi composti sa perfettamente come procedere, gli operai infatti la prima cosa che fanno, oltre a scegliere il giusto tipo di cemento, rovesciano il sacco, o in una betoniera. Si tratta di una macchina che ha la funzione di mischiare tutti i componenti cos’ che siano pronti e ben amalgamati per la lavorazione. Essa può essere sia elettrica che manuale. Si può anche optare per una operazione più semplice, quella di metter il composto per terra con l’aggiunta di acqua, ovviamente le proporzioni devono essere adeguate, oppure per chi necessita di un quantitativo ridotto di miscela basta semplicemente un secchio e una cazzuola.

 

Nella preparazione manuale generalmente l’attrezzo che va per la maggiore è mescolare tutto con l’aiuto di una pala, fino a quando il composto non abbia raggiunto la consistenza desiderata. Nell'impasto eventualmente può essere messa sabbia oppure ghiaia, al fine di variare la consistenza e l'aspetto finale del materiale, in relazione al tipo di lavoro che si deve effettuare.

In alcuni casi vengono aggiunte altri tipi di sostanze, come per esempio la polvere di gesso. Essa usata di solito per regolare il tempo di presa, cioè quello necessario affinché il composto si consolidi, che non deve essere troppo breve o eccessivamente lungo, in modo da evitare che questo possa ostacolarne la lavorazione. In generale i tempi d'indurimento sono di qualche ora, invece ad esempio per il cemento a presa rapida bastano addirittura pochi minuti.

Il cemento è un composto che viene usato per una grande quantità di lavori, infatti si tratta di un materiale davvero multifunzionale. L’obiettivo principale è quello di proteggere, ridurre i rischi d’infiltrazione, sigillare anche un’intera zona. Ma qualsiasi sia lo scopo per riuscire a sfruttare al meglio le sue straordinarie potenzialità è necessario che esso venga preparato in maniera corretta e adeguata allo scopo.

Ad esempio se dovete effettuare dei lavori veloci, allora andrà benissimo il cemento a presa rapida. Dovete aggiungere semplicemente il cemento in polvere e l'acqua, in particolare due parti di cemento e una parte d’acqua. Ricordate che il cemento va messo direttamente nell'acqua a pioggia. Usate un secchiello con le superfici  lisce adatto per mischiare i componenti e cercate di utilizzate subito il composto preparato perché esso tende a solidificarsi molto in fretta. I dosaggi variano in base all'uso.

Cemento economico.

Il cemento è un composto generalmente molto economico, si può trovare anche in sacchi da 1, 5 o fino a 25 kg, e il prezzo si aggira intorno a un euro al kg, presso i rivenditori autorizzati, come ferramenta o specializzati in materiali edili. Certo è che se preferite ordinare tutto online, ovviamente i costi sono un po’ più alti, ma non avrete l’impiccio di caricare pesanti sacchi e scaricare. Subito a casa vostra o presso l’azienda, senza fatiche e spese eccessive.

Il cemento è un materiale economico ad esempio per chi decide di creare un'area in battuta di cemento, infatti rappresenta una pavimentazione davvero poco costosa che permette comunque un ampio utilizzo. Infatti, il cemento è resistentissimo e molto efficiente soprattutto se si vuole realizzare un capannone a uso industriale oppure commerciale, depositi, cortili e altro. Rende la struttura oltre che sicura anche semplice e veloce da creare. Soprattutto il cemento si adatta a qualsiasi ambiente e superfici, che siano essi posti all’interno o all’esterno.

Non richiedono ulteriori spese di manutenzione o particolari dispendi economici, come ad esempio il pavimento in cemento stampato. Alternativa perfetta anche per le più moderne abitazioni.

Con il cemento si possono dunque ottenere tantissime soluzioni con costi davvero ridotti. Avere il meglio senza dove affrontare spese esagerate, soprattutto quando si ha a che fare con la ristrutturazione di una casa, oppure la scelta della pavimentazione, che poi si configura come la spesa più importante da affrontare.

Si possono infatti creare tante soluzioni geniali grazie alla possibilità di effettuare differenti lavorazioni, tinture varie e per chi vuole impreziosendo il cemento con l’aggiunta di decorazioni. Aggiungete il fatto che il cemento oltre a essere un materiale economico è molto semplice da usare e reperire,  comunque un elemento che incide grandemente sul suo costo. Senza dimenticare la sua importante resistenza ai carichi, senza il rischio che si rovini o ceda.

Più