Acqua demineralizzata Ci sono 2 prodotti.

Mostrando 1 - 2 di 2 articoli
Mostrando 1 - 2 di 2 articoli
Acqua demineralizzata

Acqua demineralizzata, deionizzata e distillata.

L'acqua demineralizzata, è un liquido inodore, insapore e incolore, da cui vengono tolti tutti i sali minerali. Essa è impiegata in una grande varietà di settori, industriali, edili, meccanici e non solo. L’acqua demineralizzata è anche generalmente usata per uso domestico. Impiegata semplicement...

Acqua demineralizzata, deionizzata e distillata.

L'acqua demineralizzata, è un liquido inodore, insapore e incolore, da cui vengono tolti tutti i sali minerali. Essa è impiegata in una grande varietà di settori, industriali, edili, meccanici e non solo. L’acqua demineralizzata è anche generalmente usata per uso domestico. Impiegata semplicemente per stirare, così da evitare che si possano formare delle incrostazioni di calcaree all’interno del ferro, e con il passare del tempo danneggiarlo. Questo composto è utilizzato persino per le batterie delle auto e negli acquari, soprattutto nel caso in cui viene consigliato l’uso di acque prive di durezza.

L’acqua demineralizzata come abbiamo appena accennato, viene utilizzata per scopi industriali oltre che scientifici. Infatti, essa è presente nei laboratori, sia scientifici che ingegneristici. Gli scopi sono molteplici, in quanto la purificazione riesce a rimuovere le tutte molecole contaminanti, la sua applicazione è per questo perfetta per i laboratori di analisi, oppure biologici e chimici ma anche in ambito automobilistico.

L’acqua demineralizzata è infatti l’ingrediente primo e solvente nella formulazione e nella produzione di prodotti farmaceutici. Questo significa che tale acqua dev’essere sempre monitorata e testata per avere sotto controllo la sua purezza. Costituisce un perfetto conduttore elettrico per gli impianti domestici, proprio per questo può risultare pericolosa.

Esiste però una differenza tra l’acqua demineralizzata, deionizzata e distillata. Tutto sta nel processo di produzione di questi composti, anche se generalmente si tende a usarli come sinonimi. In realtà l’acqua deionizzata è priva d'ioni, conducibilità molto bassa, utilizzata in ambiti lavorativi differenti, ma assolutamente non adatta al consumo umano. Oltre che per uso farmaceutico, l’acqua ionizzata è diffusa nel restauro, può essere usato per ripulire alcune superfici senza alterarne i colori originari, tranne i metalli, in quanto l’azione potrebbe danneggiarli.

Quella demineralizzata viene sottoposta a un processo il cui scopo è quello di privare l’acqua di tutti i Sali minerali presenti. Però per intenderci, un’acqua deionizzata non risulta mai completamente priva di sali minerali, e allo stesso modo una demineralizzata può presentare ioni. L’acqua distillata invece si ottiene tramite un processo di distillazione, che consiste nel eliminare dall’acqua comune, cioè quella che scorre solitamente dal rubinetto, qualsiasi sostanza contaminante presente. Il metodo utilizzato è portare a ebollizione l’acqua condensandone il vapore in un ambiente sterile. Privando così l’acqua di batteri e residui calcarei.

Questi tre processi insieme producono acqua pura che non è assolutamente sinonimo di potabile, anzi il contrario, per diversi motivi. Prima di tutto perché durante questo processo, non si può assicurare la totale assenza di batteri.

Uso dell’acqua demineralizzata

L’acqua demineralizzata viene sottoposta a un processo di trasformazione, rendendola altamente purificata e utilizzabile per vari scopi, ad esempio per il consumo meccanico e non solo.

Oltre che nel settore industriale e farmaceutico, l’acqua demineralizzata è perfetta per il consumo di tipo domestico, in particolare per il comune ferro da stiro, per il quale la semplice acqua del rubinetto risulta essere troppo calcarea, e con il passare del tempo il ferro si danneggia. Si può impiegare per fare il bucato a mano dei capi più delicati, anche se bisognerebbe filtrare l’acqua per assicurarsi che sia pura. Potete persino adoperarla nelle pulizie domestiche, basta prendere unno spruzzatore e versarci dentro acqua demineralizzata o distillata con l’aggiunta di sapone liquido, quello che preferite. Perfetto per la pulizia della rubinetteria di bagno e cucina. Infine per riempire le vaschette umidificatrici che si utilizzano per i calorifici.

L’acqua demineralizzata è ideale anche per la manutenzione delle batterie auto, infatti quanto esse si utilizzano, l’acqua contenuta all’interno tende a evaporare. Proprio per questo motivo è importante effettuare periodicamente il riempimento, versando dell’acqua demineralizzata, nei rispettivi tappi, la stessa quantità per ogni cella, senza esagerare.

Oggi la produzione delle moderne batterie chiede meno manutenzione. Quindi prima di effettuare l’operazione basta controllare il livello dell’acqua, soprattutto quando fa più caldo e le temperature sono molto alte e di conseguenza l’evaporazione del liquido è maggiore. Sconsigliato invece l’utilizzo dell’acqua minerale, in quanto presenta calcio, il quale intacca le piastre incidendo sul funzionamento.

L’acqua demineralizzata o distillata va benissimo per pulire i finestrini dell’auto, oppure messa direttamente nel contenitore specifico per spruzzare il liquido sui vetri, aiutandovi con l’azione e i tergicristalli.

L’acqua demineralizzata è utile per il restauro, in particolare viene impiegata come solvente per sostanze chimiche. Applicata attraverso differenti tecniche come per esempio con spugne, a impacco o per nebulizzazione, oppure per effettuare lavaggi per immersione. Come precedentemente accennato un altro utilizzo è quello negli acquari, in particolare quelli aperti, in cui si possono anche mettere piante che affiorano dall’acqua. L’acqua demineralizzata in questo caso viene consigliata proprio in quanto l’evaporazione è maggiore, quindi è necessario riempire spesso l’acquario con acqua distillata o demineralizzata.

Per le piante in generale è sconsigliato innaffiare usando acqua demineralizzata, però potrebbe servire se avete delle piante grasse, visto che queste non necessitano d'acqua con Sali minerali, magari diluita con quella normale, in questo modo potete anche dare da bene a tutte le piante.

L’acqua demineralizzata in alcuni casi viene impiegata per la pulizia dei capelli, perché si dice che li renda più forti e lucidi.

Acqua demineralizzata a cosa serve

L’acqua demineralizzata ha la particolarità di essere sottoposta a un processo che consente di privare l’acqua dei suoi componenti, i Sali minerali, di cui è formata quella comune, anche se purificata non è considerata potabile. Infatti, ingerire acqua demineralizzata può provocare degli effetti sulla propria salute. L’Organizzazione Mondiale della Sanità, sostiene che essa possa incrementare la diuresi e l’eliminazione di elettroliti, ma non è nutriente come quella potabile. L’acqua demineralizzata è infatti priva di minerali come magnesio e calcio, che hanno la funzione di proteggere l’organismo, di conseguenza non è adatta per l’uomo, non avendo benefici in tal senso. L’acqua demineralizzata non è ideale per essere assunta, proprio per l’assenza d'ioni e sali minerali di assoluta importanza per le nostre funzioni vitali.

Invece l’acqua demineralizzata è utile per altri scopi. Diffusa in tantissimi settori di vario genere, soprattutto a livello industriale, farmacologico e scientifico, presente in tutti i laboratori di analisi, chimici e biologici, persino ingegneristici. Usato persino come solvente e nella cosmesi.

L’acqua demineralizzata è anche uno dei componenti principali per la realizzazione di comunissimi saponi, oppure semplici detersivi per la casa e nella cosmesi. Sono però veramente tantissime le cose che possono essere fatte con la semplice acqua demineralizzata.

Generalmente acquistata per essere utilizzata nel ferro da stiro. Grazie alle sue proprietà riduce la formazione di calcare, causa principale del mal funzionamento del ferro da stiro. Preferita a quella distillata, in quanto la prima non possiede il calcio, e soprattutto non tende a intaccare i metalli.

Principalmente serve per diluire, usato spesso come reagente o solvente. Infatti, l’acqua demineralizzata viene spesso impiegata come semplice fluido in aggiunta al composto contenuto nelle batterie delle auto. Per essere miscelato con altre sostanze così da renderle più utilizzabili, soprattutto quelle che si presentano sotto forma di solido, proprio in questo caso l’acqua demineralizzata prende il nome di solvente.

Infatti, essa presenta tutte le caratteristiche tipiche di un solvente, evapora facilmente lasciando la sostanza disciolta praticamente intatta, senza alcuna alterazione. Non reagisce chimicamente a contatto con la sostanza solida, quindi innocua da questo punto di vista. Possiede anche altre caratteristiche fondamentali, il fatto che sia un liquido, chiaro e incolore. Tutte queste proprietà lo rendono il solvente ideale. Infatti, usato nel settore edile industriale e soprattutto in ambito chimico e farmaceutico, senza dimenticare che uno delle principali ragioni per cui viene scelto è che non nuoce alla salute se ingerito in piccole quantità.

Acqua demineralizzata dove si compra

L’acqua demineralizzata non è difficile da trovare. In commercio ormai essa è reperibile in tutti i negozi specializzati in prodotti per la casa, oppure nei supermarket o minimarket. Una buona fonte sono i negozi di acquariofilia, che si occupa di acquari e pesci, infatti spesso l’acqua demineralizzata viene utilizzata in particolari tipi di acquari. Potete trovarla persino nei comuni negozi di animali, quelli più forniti che si occupano anche di acquari.

Generalmente si può trovare sfusa, presso gli elettrauto. Oppure se non volete perdere tempo allora scegliete l’acqua che preferite su internet, in base all’uso che ne dovete fare acquistate quella che vi sembra più adatta.

Esiste la cattiva convinzione che quando serve l’acqua demineralizzata o distillata, la fonte principale è il climatizzatore. In realtà quello che non si sa, è che ovviamente, la sostanza che deriva da questo impianto risulta essere molto sporca, contiene polvere, fumo di sigaretta e quant'altro possa essere presente nell'aria dell'ambiente climatizzato, quindi va bene per il ferro da stiro, ma bisogna escluderla per altri utilizzi.

Si tratta di vapore acqueo condensato che non è assolutamente consigliato per la cosmesi. Potrebbe essere usato per dare da bere alle piante, ma sarebbe meglio diluirla con dell’acqua normale del rubinetto.

L’acqua demineralizzata è quella più pura che esiste, polveri e inquinamento permettendo, infatti generalmente prodotta in ambienti sterili. Soprattutto se deve essere usata nei laboratori, in quanto la purezza è fondamentale, per questo motivo viene sempre monitorata e testata.

Proprio per questo motivo, cioè la sicurezza di un'acqua demineralizzata che sia pura senza agenti contaminanti, è necessario che venga acquistata in contenitori preconfezionati ed etichettati, dove risulta chiara la modalità di distillazione e la stessa purezza dell’acqua. Chiaro è che se volete una certa purezza, allora il costo aumenta, soprattutto laddove l’utilizzo non sia semplicemente domestico. Infatti, l’acqua distillata presenta un prezzo maggiore, proprio in quanto il processo è molto più laborioso e costoso.

Per semplici esperimenti di laboratorio può essere perfetta quella che si trova comunemente al supermercato, bisogna però assicurarsi che il processo di demineralizzazione sia stato adeguato. In quanto l'uso delle resine a cambio ionico per demineralizzare l'acqua non è poi così semplice come si potrebbe pensare.

In commercio trovate anche quella profumata, ideata per essere utilizzata nel ferro da stiro, ma assolutamente sconsigliata per annaffiare le piante oppure usata nelle batterie di auto e moto, tanto meno per gli acquari.

Acqua distillata o demineralizzata

L’acqua demineralizzata e quella distillata hanno in sé delle differenze. Si può affermare che entrambe sono demineralizzate, ciò che le rende una diversa dall’altra è il processo a cui esse vengono sottoposte. Infatti, l’acqua distillata si ottiene tramite distillazione, tecnica che si realizza facendo bollire l'acqua, e raccogliendola successivamente quando è sotto forma di condensa dal vapore acqueo per raffreddamento. Mentre l’acqua demineralizzata si crea attraverso un processo di depurazione tramite resine sintetiche.

Il risultato finale è più o meno lo stesso, ovvero acqua senza sali, ma la seconda, cioè quella distillata risulta essere completamente priva di batteri, microrganismi e residui di calcare. Usata In campo medico ad esempio per le iniezioni e la somministrazione di farmaci per via parenterale come le flebo, nonché per produrre la cosiddetta soluzione fisiologica, produzione di soluzioni iniettabili e anche colliri. La caratteristica principale, la sterilità, grazie al processo di microfiltrazione a cui essa è sottoposta, volto a eliminare qualsiasi batterio e virus, residui che possono essere la causa di febbri o reazioni immunologiche, soprattutto se iniettate in pazienti con gravi patologie. Infatti il procedimento è molto più complesso rispetto alla demineralizzazione, che assicura l’assenza di minerali, ma non completamente quello dei batteri o microrganismi.

L'acqua demineralizzata è un'acqua priva di calcio e quindi limita la formazione del calcare, mentre quella distillata, derivando dal vapore prodotto da acqua messa a bollire, non consente l’eliminazione del calcio, principale causa di calcare del ferro da stiro.

Ad esempio l’acqua che solitamente si usa per la manutenzione delle batterie, deve essere demineralizzata, in quanto quella distillata è molto più aggressiva sui metalli. Quindi è sempre consigliato adoperare acqua demineralizzata totalmente priva di calcio, ottenuta attraverso un processo chimico differente pertanto meno aggressiva.http://www.bmwpassion.com/forum/showthread.php?152086-Radiatore-acqua-demineralizzata-si-distillata-no-Perch%E8, sempre bene consultare il libretto nella sezione che illustra la manutenzione dell’auto, in cui può essere specificato il tipo di acqua consigliata, in modo da evitare formazioni calcaree all’interno del circuito.

Più