Accessori per animali Ci sono 4 prodotti.

Sotto-categorie

  • Gabbie per galline

    Gabbie per galline felici

    Abbiamo diversi tipi di gabbie per galline ovaiole. Le nostre gabbie per polli sono dotate di abbeveratoi per galline ed hanno una maglia stretta per tenere al sicuro le galline dai topi ed altri predatori.

    Alcuni modelli di gabbie per galline ovaiole sono dotate di piedini

    gabbie per galline. Come scegliere la più adeguata

    Abbiamo diverse gabbie per galline ovaiole. Una buona gabbia per polli deve essere sufficentemente spaziosa per far stare bene gli animali.

    Una gallina con tanto spazio a disposizione sarà una gallina più felice ed in salute. Di consuguenza farà più uova.

    E' importante che le casette per galline contengano un abbeveratoio per galline e la cassetta raccogli uova.

    gabbie e nidi per galline e polli

    Oltre alle gabbie per polli ci sono anche i nidi per galline. In questa categoria potrai scegliere ciò che è più adeguato per i tuoi animali.

    Ecco alcuni consigli per iniziare ad allevare polli e galline

    gabbie per galline ovaiole


    Innanzitutto dobbiamo calcolare il numero di galline che conviene allevare, considerando anche lo spazio disponibile e il consumo di uova previsto. Una gallina depone 150-250 uova l’anno, pertanto per una famiglia bastano 3 o 4 galline. Dobbiamo predisporre il loro spazio vitale che è costituito da:
    – Pollaio riparato con nido. Abitacolo dove le galline (ed eventuali pulcini) vengono ricoverate e dove deporranno le uova.
    – Zona esterna con recinto. Le galline hanno bisogno di ricevere 14 ore di luce al giorno in maniera costante, per cui devono disporre di uno spazio all’aperto in cui possano muoversi e razzolare. Lo spazio necessario minimo è di 1 m2 per gallina. Tale spazio deve essere adeguatamente recintato, sia per evitare la fuga sia per proteggere le galline dagli animali predatori. É consigliabile fornire alle galline il maggior spazio libero a disposizione, sapendo che al tramonto generalmente rientrano da sole al pollaio per passare la notte. Per valutare la giusta posizione del pollaio teniamo presente che esponendolo verso il sud le galline riceveranno più luce e deporranno più uova.
    – Mangiatoie e abbeveratoi che risultino pratici e sufficientemente igienici e facilmente accessibili. Piccoli “lussi” che rendono più comoda la vita delle galline, sono:
    – un recipiente di sabbia per potersi fare il bagno. La sabbia asporta gli infestanti e mantiene più salubre il piumaggio;
    pietre di sale come complemento minerale in caso non possano beccare liberamente nel suolo.
  • Incubatrici per uova...

    Incubatrici per uova covatutto

    L'incubatrice è una macchina progettata appositamente per creare un l’ambiente favorevole a permettere la schiusa artificiale delle uova, che possono essere di uccelli vari e rettili. Utilizzata nei casi in cui le madri siano impossibilitate alla covatura, oppure nelle grandi aziende dove le incubatrici sono strumenti fondamentali per garantire la nascita dei pulcini. Quindi lo scopo è quelli di sostituire la madre o l’ambiente naturale.

    In commercio è possibile trovare una grande varietà d'incubatrici di differente dimensione. La loro funzione è quella di tenere al caldo le uova mantenendo una certa temperatura di circa 37.7 °C. Infatti, queste macchine sono realizzate in modo tale da garantire in breve tempo il luogo ideale per consentire la schiusa. Oltre alla temperatura, con un'incubatrice moderna è possibile regolare anche l’umidità per tutto il tempo sufficiente. Esse presentano delle resistenze elettriche con una lampadina che ha lo scopo di scaldare, inoltre un termostato, la cui funzione è di previene surriscaldamenti o cali di temperatura. L’igrometro, invece necessario per tenere sotto controllo l'umidità. Si tratta di una ventola che consente di garantire che tutti i parametri siano uniformi all’interno dell’incubatrice.

    Come accennato l’umidità rappresenta una componente fondamentale per garantire la schiusa dell’uovo. Infatti, in ogni incubatrice per uova covatutto è prevista la presenza di una piccola vasca per l'acqua, indispensabile per avere la giusta umidità. In qualunque incubatrice è necessaria la presenza di una piccola finestra o oblò così che possiate sempre controllare all’interno, nel caso sia nato qualche pulcino o addirittura verificare eventuali crepe sulle uova.

    Le incubatrici per uova covatutto possono variare di forma e dimensione. In commercio è possibile trovarne di piccoline anche da 6 uova fino addirittura a 200 o 300. In questo ultimo caso sono per lo più quelle utilizzate nelle grandi industrie che si occupano di allevamenti intensivi. Alcuni modelli particolarmente sofisticati, come per esempio quelli con funzione di rotazione automatica delle uova, o anche detto voltauova, che chiaramente non è presente in tutte le incubatrici. Alcune addirittura controllano tutti i parametri e avvertono in caso di problemi. Chiaramente in questo caso i prezzi sono molto elevati.

    In ogni modo si tratta di macchine abbastanza semplici da utilizzare, infatti, per la gestione e la regolazione dei parametri è sufficiente leggere le istruzioni. Ricordate che qualunque incubatrice per uova covatutto usiate, l’igiene è fondamentale, inoltre se volete portare a termine la schiusa bisogna maneggiare sempre con molta cura le uova.

    Come funzionano le incubatrici covatutto.

    L’incubatrice covatutto per uova è una macchina molto diffusa non solo a livello industriale, negli allevamenti intensivi. SI tratta di un apparecchio utilizzato anche a livello domestici, dai più esperti e amanti del settore. Infatti, le incubatrici artificiali per uova sono perfette non solo per la schiusa delle uova di gallina, ma anche per volatili di ogni tipo e per rettili. Anche se una semplice macchina non basta per la nascita di queste incredibili creature, un altro fondamentale elemento è l’amore e la dedizione oltre che molto tempo e pazienza. Infatti persino la nascita di un pulcino ha bisogno di moltissima attenzione, soprattutto in alcuni momento della cova.

    Nel caso vi state chiedendo come funzionano le incubatrici covatutto, esse sono macchinari perfetti per aiutarvi nelle vostra impresa e oltretutto semplici da usare per far schiudere delle uova di gallina e non solo. Come già accennato avere la soddisfazione di vedere dei bei pulcini nascere non dipende esclusivamente dal tipo di macchinario che utilizzate per tale operazione. Molto è legato all’attenzione durante tutte le varie fasi, soprattutto all’inizio, ancor prima d'inserire le vostre uova nell’incubatrice.

    Come funzionano dunque le incubatrici covatutto? Quelle moderne sono generalmente fornite di un sistema semi automatico per la rotazione delle uova, se no è un'operazione che dovrete fare a mano, ricordo di fondamentale importanza. In quanti durante la covala madre con il proprio becco gira spesso le proprie uova, così che il pulcino eviti d'incollarsi alle pareti dell’uovo. Quando si usa un'incubatrice meno tecnologica questa operazione va fatta ugualmente. In realtà non è solo questo che garantisce una giusta schiusa delle uova.

    Quando si compra una incubatrice è fondamentale igienizzarla accuratamente, questo in quanto i batteri potrebbero penetrare all’interno attraverso il guscio, impedendo la formazione del pulcino. Un'altra importante operazione è la calibratura della temperatura. Infatti, le incubatrici sono generalmente comprese di apposite resistenze, che permettono un rapido riscaldamento dell'interno. Persino nell'eventualità d'improvvisi cali della temperatura, per rendere uniforme il calore, provviste di un ventilatore anche per l’indispensabile ricambio d'aria.

    Dopo aver impostato la corretta temperatura di circa 38 gradi e lasciato la vostra incubatrice accesa per almeno 24 ore, controllate sempre che l’ambiente abbia mantenuto il giusto calore. Successivamente si procede mettendo delicatamente le uova all’interno dell’incubatrice. Anche se possedete una incubatrice abbastanza avanzata, è importante non dimenticare di controllore la temperatura e il tasso di umidità per una schiusa sicura.

    Nel caso in cui utilizziate un’incubatrice particolarmente sofisticata sarà lei stessa ad avvertirvi quando avviene la schiusa, riportando data e regolandosi automaticamente. In caso contrario dovete essere voi ad appuntare i giorni e controllare che i parametri e le uova siano in condizioni ottimali.

    Incubatrici per uova di gallina

    Le incubatrici per uova di gallina, come quelle che si trovano in commercio, sono mezzi del tutto artificiali utili per consentire la schiusa delle uova anche in assenza della madre. In pratica è uno strumento che permette una perfetta covatura fino alla nascita del pulcino. Creando le condizioni ideali per la schiusa. Infatti, le incubatrici consentono d'impostare la temperatura giusta e determinare l'umidità e la ventilazione, appropriate per garantire il processo di covatura. Per riuscire a far schiudere delle uova in un’incubatrice, è dunque necessario mantenere le impostazioni costanti per tutto il tempo.

    Le incubatrici per uova di gallina sono provviste di controlli manuali. Questo significa che quando si acquista un qualsiasi modello bisogna provvedere a monitorare la giusta temperatura, anche più volte al giorno, oltre che i cicli di rotazione e l’umidità. In commercio è possibile trovare anche delle incubatrici per uova di gallina con controlli automatici, ma chiaramente si tratta di macchine più avanzate oltre che costose. Il vantaggio è che sono provviste di tecnologie migliori che consentono di limitare il continuo controllo dello stato dell’incubatrice. E’ sempre e comunque stare vigili ed effettuare almeno un controllo giornaliero.

    Le incubatrici sono macchine perfette per la covatura e la nascita dei pulcini in ambiente artificiale. Però non è provvista di modalità e funzioni di pulizia. Per questo è necessario avere particolare riguardo all’igiene dell’incubatrice, soprattutto nel periodo precedente e successivo la schiusa. Per questo è necessario strofinare bene e con molta cura o passare l’aspirapolvere al suo interno per eliminare ogni traccia visibile di polvere e sporco dalle superfici. Perché come si sa le malattie possono intaccare l’uovo con tutto il guscio, giungendo fino al suo interno, con il rischio di compromettere lo sviluppo dell’embrione.

    Le incubatrici per uova di galline sono davvero molto efficienti nonostante richiedano una certa attenzione. Un altro aspetto che non va di certo sottovalutato è anche il suo posizionamento. Infatti, è molto importante che la macchina venga collocata in un luogo dove la temperatura non salga o si abbassi eccessivamente. Evitate anche le correnti d’aria, quindi escludere posti troppo vicini a finestre o prese d’aria.

    Queste macchina, come detto precedentemente sono programmate anche per mantenere un certo grado di umidità. In alcune è importante infatti aggiungere dell’acqua calda nell’umidificatore dell’apparecchio, oltre che la temperatura che sia compresa fra i 37,2 e 38,9 °C. Le moderne incubatrici per uova di galline sono dotate di ogni gadget, come l'oblo' trasparente, per controllare le uova. Sistema semi automatico o automatico per rotazione; resistenze elettriche per il riscaldamento interno e un ventilatore che assicuri uniformità di temperatura e ricambio d'aria. Di certo non possono mancare cassetti e contenitori portauova, studiati per collocare le uova destinate alla schiusa. Preferibilmente poggiate su un lato, con l’estremità più larga posta in alto rispetto alla punta. In caso contrario creerebbe un disallineamento nello sviluppo dell’embrione, con conseguenti problemi nella rottura del guscio.

    Incubatrici covatutto digitali

    Le incubatrici covatutto digitali o no, sono dei semplicissimi contenitori interamente realizzati in plastica in cui vengono poste le uova fecondate perché possano essere protette e al caldo fino al momento della schiusa. La capienza può essere differente, tutto ovviamente dipende dalle necessità proprie. Queste macchine sono state inventate e progettate in modo da poter avere piccoli pulcini anche nel caso in cui vengano meno le condizioni naturali necessarie alla loro nascita. Gli esperti hanno dunque studiato in maniera accurata il naturale ambiente in cui avviene la covatura e la schiusa delle uova. In modo da riproporre senza errori le stesse identiche condizioni anche nel caso in cui venga a mancare la presenza della madre.

    Contenitori composti anche da diversi piani, provvisti di apposita resistenza che ha la funzione di mantenere una certa temperatura costante per tutta la durata del processo, di circa 37.7 gradi. Sufficiente a far sviluppare l’embrione nell’uovo. Nelle incubatrici covatutto digitali è possibile pre-impostare la temperatura e stabilire i parametri in maniera più semplice, provviste generalmente da un dispositivo automatico che consente di girare le uova senza intervenire manualmente, facilitando anche il lavoro. In modo da evitare continui e pericolosi interventi che potrebbero anche danneggiare l’uovo, compromettendo la riuscita della schiusa. I ripiani all’interno delle incubatrici covatutto digitali permettono di porre le uova secondo un’adeguata distanza, non troppo vicine ne ai bordi dell’incubatrice o all’elemento riscaldante. Ai lati o anche sul coperchio solitamente sono presenti dei fori, il cui compito è quello di garantire un adeguato ricircolo dell’aria, che diviene di fondamentale importanza soprattutto durante la schiusa dei pulcini.

  • Trappole per animali

    Trappole per tutti i tipi di animali ed insetti. Esche per formiche, esche per blatte, esche topicida, trappole per topi, trappole per talpe e tanto altro.

  • Gabbie per conigli

    Gabbie per conigli

    I conigli sono degli animaletti molto teneri e coccolosi, ormai sempre più spesso adottati come animali da compagnia. Essi vengono allevati sia all'aperto che al chiuso. Nel caso in cui essi vengano lasciati scorrazzare liberamente, viene allestita una struttura adeguata che consiste in una o più gabbie appoggiate al muro. Invece, negli allevamenti al chiuso, la conigliera consiste in una sorta di capanna. Essa composta da un pavimento forato e costruito in modo da non essere a contatto con il terreno, così che sia possibile un facile smaltimento delle deiezioni. In realtà l’allevamento più diffuso oggi è quello industriale al chiuso, ma non mancano di certo i piccoli allevamenti campagnoli all’aperto.

    Le gabbie per conigli sono generalmente fabbricate con reti metalliche zincate o di acciaio inossidabile. In quest’ultimo caso il vantaggio è quello di non essere intaccate dalle feci degli animali e soprattutto facilitarne la pulizia, anche con il cannello a gas. Poi esistono gabbie in legno, per lo più utilizzate nei piccoli allevamenti e realizzate direttamente a mano anche se non è comunque difficile acquistarne una in un qualsiasi rivenditore specializzato oppure online.
    Le gabbie per conigli devono essere semplici e funzionali ma alcune sono le cose che non possono di certo mancare. Prima di tutto quando ne acquistate una, verificate che sia abbastanza alta in modo che l’animale possa alzarsi in piedi senza difficoltà. Ricordando sempre che i conigli crescono molto facilmente già nel giro di pochissimi mesi. Inoltre sarebbe meglio scegliere sempre una gabbia con le pareti in rete metalliche, questo in quanto consentono un perfetto ricambio dell’aria e molto più semplici da pulire. Il pavimento invece, è preferibile che non lo sia. Esistono in commercio anche quelle senza il soffitto, alcuni le preferiscono come modello, in quanto consente al coniglio maggiore libertà di movimento. Occhio all’altezza che sia adeguata, in modo che l’animale non riesca a uscirne facilmente saltando.

    Chiaramente è altrettanto importante la presenza di una lettiera se il coniglio vive in casa, che troverete tranquillamente nei negozi. Oppure provvedete alla pulizia quotidiana o a un modo semplice per raccogliere urine e feci. Di certo non devono mai mancare acqua e cibo, per questo provvedete sempre a controllare che le ciotole siano piene e pulite. Magari scegliendo quelle più robuste, in modo che non si ribaltino con facilità. Mettete anche del fieno che tanto piace a questi animali, ma attenzione non eccessivamente in alto, visto che i conigli odiano alzare troppo la testa.


    Gabbie per conigli allevamento

    I conigli come già accennato sono molto diffusi non solo come animali da compagni. Allevati soprattutto per l’utilizzo e il commercio della carne. Infatti, la forma di allevamento prevalente è proprio quella industriale. In questo ultimo caso questi animali sono collocati all’interno di apposite gabbie poste in grandi magazzini. Le gabbie per i conigli sono disposte in fila lungo le pareti, mentre la zona centrale lasciata per realizzare la corsia di servizio. Lo spazio a disposizione all’interno viene diviso in settori. Prima di tutto il magazzino, poi la parte dove sono posizionate le gabbie destinate alle femmine in attesa; quelle apposite per i conigli da ingrasso con specifiche gabbie. Infine, la sala parto. Le gabbie delle femmine sono molto più grandi e tutte provviste di un nido mobile, una piccola cassetta con un'apertura, realizzata per evitare che la madre porti con sé qualche coniglietto quando.

    L'allevamento può svilupparsi in orizzontale o in verticale con le gabbie disposte in due o tre ripiani sovrapposti. Il pavimento è fessurato per garantire l’igiene. Infatti, in questo modo viene facilitata la raccolta delle feci che cadono verso il basso. Con l’utilizzo di gabbie in acciaio è impossibile che esse si attacchino alla rete.

    Le gabbie sono tutte provviste di abbeveratoio e mangiatoie. In ogni allevamento che si rispetti particolare attenzione viene data anche all’ambiente esterno che abbia una adeguata temperatura, umidità e illuminazione. Di fondamentale importanza è che ci sia sempre un buon ricambio d’aria.
    Chiaramente esistono diverse tipologie di gabbia in funzione della categoria di animali e dello stadio fisiologico. In sostanza si possono distinguere quelle da ingrasso dotate di più fori per le apposite mangiatorie e per fattrici, predisposte per la collocazione dei nidi esterni oppure interni. Solitamente sono realizzate in metallo e ne esistono delle più svariate dimensioni.
    In particolare quando si tratta di allevamenti industriali di conigli, nella gabbia per fattrici diviene fondamentale porre un apposito luogo dove l’animale possa nidiare. Infatti, accessorio indispensabile. Solitamente il nido può essere realizzato o in lamiera, materiale che viene scelto soprattutto nei grandi allevamenti, oppure in legno. L’apertura di solito non viene realizzata a filo con il pavimento, ma preferibilmente sopra la sponda, in modo da evitare che i piccoli cadano oppure la madre li trascini con sé. L’apertura del nido è un semplice sportellino a scorrimento, molto diffuso negli allevamenti industriali, così che consentano di aprire e chiudere manualmente il e accederne altrettanto facilmente.


    Gabbie per conigli fattrici

    Chiaramente negli allevamenti intensivi e nelle aziende agricole l’obbiettivo principale è quello di consentire ai conigli di riprodursi il più possibile. Mirando a ottenere un cospicuo numero di coniglietti da poter destinare all’ingrasso, per poi utilizzare le fattrici per la riproduzione e per la carne.

    Le aziende per questo si devono equipaggiare di tutto il necessario per garantire un’adeguata riproduzione e assistenza, tra cui gabbie adeguate per le fattrici e per i conigli destinati all’ingrasso. Prima ancora della riproduzione però c’è la parte che riguarda l’accoppiamento. In questo caso le femmine vengono collocate nelle gabbie dove vivono i maschi, oppure molte sono anche le aziende che mettono in atto la fecondazione artificiale.

    Successivamente c’è la fase della gestazione che dura più o meno dai 29 ai 31 giorni. Durante la quale è consigliabile non spostare la coniglietta, per questo le gabbie per le coniglie fattrici sono realizzate in modo da poter collocare nel giusto momento i nidi, generalmente mobili.

    Dopo l’accoppiamento, quindi la femmina deve poter stare in una gabbia confortevole dove passerà tutto il resto del tempo fino alla nascita dei piccoli. Per poi essere ricollocata nella gabbia per l’accoppiamento. I nidi possono essere anche inclusi nella gabbia, ma vengono resi inaccessibili alla femmina fino agli ultimi tre giorni di gestazione. Solitamente posti in una parte bassa della gabbia, per dare all’animale un maggiore senso di protezione, proprio come una sorta di tana sotterranea che i conigli fanno in natura per partorire i piccoli.

    Il nido del coniglio deve poter essere caldo e confortevole, per questo realizzato con paglia e fieno. L’accesso facile al nido da parte degli operatori è legato anche alla necessità di effettuare un’accurata pulizia oltre che togliere eventuali coniglietti morti. Un'altra operazione che viene solitamente effettuata è il pareggiamento delle nidiate, anche per questo il facile accesso alla gabbia e in particolare al nido diventa fondamentale. Dopo 30-35 giorni dal parto i piccoli vengono separati dalla madre per essere posti nelle gabbie per l’ingrasso.

    I nidi interni alle gabbie per conigli, sono utilizzati per lo più per questi animali quando essi vengono allevati in casa. In ogni modo è comunque importante poter sempre averne facile accesso, per poter sempre garantire igiene della gabbia e dell’animale.

    Gabbie da esterno per conigli

    I conigli sono animali che comunque amano stare all’aperto, infatti, nascono proprio per poter scorrazzare in giro liberi. Oggi però sempre più utilizzati da grandi aziende per il loro allevamento, per la prelibata carne, anche se i piccoli allevatori non mancano. In genere sono conigli che nel primo caso vengono per lo più tenuti al chiuso in grandi gabbie realizzate proprio per determinati scopi, destinate per conigli l’ingrasso o quelle per fattrici. Esse hanno ovviamente una struttura specifica a tale scopo in base alle necessità.

    In commercio è possibile scegliere comunque tra una grande varietà di gabbie per conigli. Quelle più utilizzate sono realizzate con reti zincate e fondo in plastica, ma esistono anche gabbie fatte interamente in legno, acquistate per essere collocate all’esterno, da arricchire poi con numerosi accessori. Persino quelle zincate possono essere collocare all’esterno, basta posizionarle in un luogo coperto e al riparo.

    Nell’acquisto di una gabbia per conigli da esterno o da allevamento intensivo, un aspetto che non deve mai essere sottovalutato è il materiale utilizzato. Infatti, è importante sapere che i conigli in genere tendono a rosicchiare moltissimo. Per questo è preferibile scegliere ad esempio metallo o legno molto resistente oppure in plastica altrettanto duratura, così da evitare che gli animali possano rosicarlo facilmente e magari ingerire accidentalmente dei pezzi, anche dannosi per la salute.

    In ogni caso, se volete creare un luogo per mettere la gabbia all’esterno, cercato uno spazio abbastanza ampio, ovviamente in base alle dimensioni del vostro giardino. Meglio prediligere una zona tranquilla e all’ombra, visto che generalmente i conigli tendono a soffrire molto il caldo.
    Ancor prima di posizionare la gabbia, controllate in maniera accurata che gli alberi al di sopra non presentino foglie che ai conigli possono provocare indigestioni o addirittura la morte. Verificate anche che sul suolo non ci siano delle piante velenose. Oltre ad assicurarvi abbastanza ombra, è anche fondamentale che le dimensioni della gabbia per conigli da esterno siano appropriate, in relazione al numero di animali che intendete collocarvi. In commercio ne trovate di tutte le forme e dimensioni, ma controllate che siano di materiali non nocivi per l’animale.

    Per chi vuole mettere i propri conigli in una gabbia all’esterno, un altro aspetto da tenere presente riguarda la realizzazione di un’apposita recinzione. Potete realizzarle da voi, oppure acquistarne una già pronta. Verificate che sia a maglie strette, questo per evitare che il coniglio ci si infili in mezzo e rimanga incastrato o tenti la fuga. Inoltre, è necessario che sia sufficientemente alta, in modo da impedire al coniglio di saltarla facilmente. In aggiunta è importante che sia anche interrata profondamente, questo perché per chi non lo sapesse i conigli sono persino degli ottimi scavatori, e potrebbero creare velocemente un passaggio sotto la rete. Mettete sempre all’interno della recinzione la mangiatoia, acqua in abbondanza e magari qualche accessorio come i tunnel, particolarmente graditi da questi incredibili roditori.

    Tipologie di gabbie per conigli

    Il coniglio è un animale che per sua natura riesce ad adattarsi facilmente a diversi ambienti e alle differenti metodologie di allevamento. Senza per questo stressarsi. Infatti, il coniglio è generalmente abituato a trascorrere molto tempo all’interno della tana o del proprio rifugio, girovagando nelle ore più fresche, al mattino presto o al tramonto. Per questo il coniglio in gabbia non è affetto da particolari problemi di stress come invece tipico di altri animali. Non per questo bisogna sottovalutare le sue necessità e farlo vivere in condizioni poco rispettose. Anzi è molto importante tenere presenti le esigenze ecologiche con particolare riguardo all’alimentazione e all’igiene.

    Quando si parla di metodologie di allevamento si fa riferimento alle soluzioni che vengono attuate per mantenere e far vivere i conigli, che poi dipende anche dall’utilizzo che se ne vuole fare. Le alternative sono principalmente in gabbia al chiuso, come avviene nelle aziende che si occupano di allevamento intensivo. Oppure in gabbia all’aperto, dove i conigli hanno la possibilità di scorrazzare liberamente in un apposito recinto.

    Nel primo caso, i conigli vengono gestiti in base alle varie fasi, principalmente riproduzione e svezzamento, che poi sono uguali sia che si tratti di un allevamento al chiuso che all’aperto. La differenza riguarda le varie tipologie di gabbie utilizzate nell’uno e nell’altro caso. Nei grandi allevamenti le gabbie utilizzate per conigli sono diverse, ad esempio se si fa riferimento a quelle per i maschi o femmine gravide, chiaramente differenti.

    Ad esempio in un'azienda che si occupa di allevare conigli destinati al commercio di carne. In genere gli animali sono separati e i maschi messi in apposite gabbie che poi dovranno ospitate le femmine per essere montate. Successivamente queste vengono spostare in altre gabbie apposite per passare il mese di gestazione, predisposte per la collocazione del nido. Tutte però devono essere opportunamente attrezzate con abbeveratoi e mangiatoie. Quindi per concludere si può affermare che si distinguono due tipologie di gabbie per conigli in rete, quelle riprodittori e per l’ingrasso.

Mostrando 1 - 4 di 4 articoli
Mostrando 1 - 4 di 4 articoli
Accessori per animali

Accessori per animali: gabbie per galline, gabbie per conigli, cucce per cani, cucce per gatti, collari, trappole per topi, trappole per talpe