Gabbie per conigli Ci sono 2 prodotti.

Mostrando 1 - 2 di 2 articoli
Mostrando 1 - 2 di 2 articoli
Gabbie per conigli

Gabbie per conigli

I conigli sono degli animaletti molto teneri e coccolosi, ormai sempre più spesso adottati come animali da compagnia. Essi vengono allevati sia all'aperto che al chiuso. Nel caso in cui essi vengano lasciati scorrazzare liberamente, viene allestita una struttura adeguata che consiste in una o più gabbie appoggiate al muro. In...

Gabbie per conigli

I conigli sono degli animaletti molto teneri e coccolosi, ormai sempre più spesso adottati come animali da compagnia. Essi vengono allevati sia all'aperto che al chiuso. Nel caso in cui essi vengano lasciati scorrazzare liberamente, viene allestita una struttura adeguata che consiste in una o più gabbie appoggiate al muro. Invece, negli allevamenti al chiuso, la conigliera consiste in una sorta di capanna. Essa composta da un pavimento forato e costruito in modo da non essere a contatto con il terreno, così che sia possibile un facile smaltimento delle deiezioni. In realtà l’allevamento più diffuso oggi è quello industriale al chiuso, ma non mancano di certo i piccoli allevamenti campagnoli all’aperto.

Le gabbie per conigli sono generalmente fabbricate con reti metalliche zincate o di acciaio inossidabile. In quest’ultimo caso il vantaggio è quello di non essere intaccate dalle feci degli animali e soprattutto facilitarne la pulizia, anche con il cannello a gas. Poi esistono gabbie in legno, per lo più utilizzate nei piccoli allevamenti e realizzate direttamente a mano anche se non è comunque difficile acquistarne una in un qualsiasi rivenditore specializzato oppure online.
Le gabbie per conigli devono essere semplici e funzionali ma alcune sono le cose che non possono di certo mancare. Prima di tutto quando ne acquistate una, verificate che sia abbastanza alta in modo che l’animale possa alzarsi in piedi senza difficoltà. Ricordando sempre che i conigli crescono molto facilmente già nel giro di pochissimi mesi. Inoltre sarebbe meglio scegliere sempre una gabbia con le pareti in rete metalliche, questo in quanto consentono un perfetto ricambio dell’aria e molto più semplici da pulire. Il pavimento invece, è preferibile che non lo sia. Esistono in commercio anche quelle senza il soffitto, alcuni le preferiscono come modello, in quanto consente al coniglio maggiore libertà di movimento. Occhio all’altezza che sia adeguata, in modo che l’animale non riesca a uscirne facilmente saltando.

Chiaramente è altrettanto importante la presenza di una lettiera se il coniglio vive in casa, che troverete tranquillamente nei negozi. Oppure provvedete alla pulizia quotidiana o a un modo semplice per raccogliere urine e feci. Di certo non devono mai mancare acqua e cibo, per questo provvedete sempre a controllare che le ciotole siano piene e pulite. Magari scegliendo quelle più robuste, in modo che non si ribaltino con facilità. Mettete anche del fieno che tanto piace a questi animali, ma attenzione non eccessivamente in alto, visto che i conigli odiano alzare troppo la testa.


Gabbie per conigli allevamento

I conigli come già accennato sono molto diffusi non solo come animali da compagni. Allevati soprattutto per l’utilizzo e il commercio della carne. Infatti, la forma di allevamento prevalente è proprio quella industriale. In questo ultimo caso questi animali sono collocati all’interno di apposite gabbie poste in grandi magazzini. Le gabbie per i conigli sono disposte in fila lungo le pareti, mentre la zona centrale lasciata per realizzare la corsia di servizio. Lo spazio a disposizione all’interno viene diviso in settori. Prima di tutto il magazzino, poi la parte dove sono posizionate le gabbie destinate alle femmine in attesa; quelle apposite per i conigli da ingrasso con specifiche gabbie. Infine, la sala parto. Le gabbie delle femmine sono molto più grandi e tutte provviste di un nido mobile, una piccola cassetta con un'apertura, realizzata per evitare che la madre porti con sé qualche coniglietto quando.

L'allevamento può svilupparsi in orizzontale o in verticale con le gabbie disposte in due o tre ripiani sovrapposti. Il pavimento è fessurato per garantire l’igiene. Infatti, in questo modo viene facilitata la raccolta delle feci che cadono verso il basso. Con l’utilizzo di gabbie in acciaio è impossibile che esse si attacchino alla rete.

Le gabbie sono tutte provviste di abbeveratoio e mangiatoie. In ogni allevamento che si rispetti particolare attenzione viene data anche all’ambiente esterno che abbia una adeguata temperatura, umidità e illuminazione. Di fondamentale importanza è che ci sia sempre un buon ricambio d’aria.
Chiaramente esistono diverse tipologie di gabbia in funzione della categoria di animali e dello stadio fisiologico. In sostanza si possono distinguere quelle da ingrasso dotate di più fori per le apposite mangiatorie e per fattrici, predisposte per la collocazione dei nidi esterni oppure interni. Solitamente sono realizzate in metallo e ne esistono delle più svariate dimensioni.
In particolare quando si tratta di allevamenti industriali di conigli, nella gabbia per fattrici diviene fondamentale porre un apposito luogo dove l’animale possa nidiare. Infatti, accessorio indispensabile. Solitamente il nido può essere realizzato o in lamiera, materiale che viene scelto soprattutto nei grandi allevamenti, oppure in legno. L’apertura di solito non viene realizzata a filo con il pavimento, ma preferibilmente sopra la sponda, in modo da evitare che i piccoli cadano oppure la madre li trascini con sé. L’apertura del nido è un semplice sportellino a scorrimento, molto diffuso negli allevamenti industriali, così che consentano di aprire e chiudere manualmente il e accederne altrettanto facilmente.


Gabbie per conigli fattrici

Chiaramente negli allevamenti intensivi e nelle aziende agricole l’obbiettivo principale è quello di consentire ai conigli di riprodursi il più possibile. Mirando a ottenere un cospicuo numero di coniglietti da poter destinare all’ingrasso, per poi utilizzare le fattrici per la riproduzione e per la carne.

Le aziende per questo si devono equipaggiare di tutto il necessario per garantire un’adeguata riproduzione e assistenza, tra cui gabbie adeguate per le fattrici e per i conigli destinati all’ingrasso. Prima ancora della riproduzione però c’è la parte che riguarda l’accoppiamento. In questo caso le femmine vengono collocate nelle gabbie dove vivono i maschi, oppure molte sono anche le aziende che mettono in atto la fecondazione artificiale.

Successivamente c’è la fase della gestazione che dura più o meno dai 29 ai 31 giorni. Durante la quale è consigliabile non spostare la coniglietta, per questo le gabbie per le coniglie fattrici sono realizzate in modo da poter collocare nel giusto momento i nidi, generalmente mobili.

Dopo l’accoppiamento, quindi la femmina deve poter stare in una gabbia confortevole dove passerà tutto il resto del tempo fino alla nascita dei piccoli. Per poi essere ricollocata nella gabbia per l’accoppiamento. I nidi possono essere anche inclusi nella gabbia, ma vengono resi inaccessibili alla femmina fino agli ultimi tre giorni di gestazione. Solitamente posti in una parte bassa della gabbia, per dare all’animale un maggiore senso di protezione, proprio come una sorta di tana sotterranea che i conigli fanno in natura per partorire i piccoli.

Il nido del coniglio deve poter essere caldo e confortevole, per questo realizzato con paglia e fieno. L’accesso facile al nido da parte degli operatori è legato anche alla necessità di effettuare un’accurata pulizia oltre che togliere eventuali coniglietti morti. Un'altra operazione che viene solitamente effettuata è il pareggiamento delle nidiate, anche per questo il facile accesso alla gabbia e in particolare al nido diventa fondamentale. Dopo 30-35 giorni dal parto i piccoli vengono separati dalla madre per essere posti nelle gabbie per l’ingrasso.

I nidi interni alle gabbie per conigli, sono utilizzati per lo più per questi animali quando essi vengono allevati in casa. In ogni modo è comunque importante poter sempre averne facile accesso, per poter sempre garantire igiene della gabbia e dell’animale.

Gabbie da esterno per conigli

I conigli sono animali che comunque amano stare all’aperto, infatti, nascono proprio per poter scorrazzare in giro liberi. Oggi però sempre più utilizzati da grandi aziende per il loro allevamento, per la prelibata carne, anche se i piccoli allevatori non mancano. In genere sono conigli che nel primo caso vengono per lo più tenuti al chiuso in grandi gabbie realizzate proprio per determinati scopi, destinate per conigli l’ingrasso o quelle per fattrici. Esse hanno ovviamente una struttura specifica a tale scopo in base alle necessità.

In commercio è possibile scegliere comunque tra una grande varietà di gabbie per conigli. Quelle più utilizzate sono realizzate con reti zincate e fondo in plastica, ma esistono anche gabbie fatte interamente in legno, acquistate per essere collocate all’esterno, da arricchire poi con numerosi accessori. Persino quelle zincate possono essere collocare all’esterno, basta posizionarle in un luogo coperto e al riparo.

Nell’acquisto di una gabbia per conigli da esterno o da allevamento intensivo, un aspetto che non deve mai essere sottovalutato è il materiale utilizzato. Infatti, è importante sapere che i conigli in genere tendono a rosicchiare moltissimo. Per questo è preferibile scegliere ad esempio metallo o legno molto resistente oppure in plastica altrettanto duratura, così da evitare che gli animali possano rosicarlo facilmente e magari ingerire accidentalmente dei pezzi, anche dannosi per la salute.

In ogni caso, se volete creare un luogo per mettere la gabbia all’esterno, cercato uno spazio abbastanza ampio, ovviamente in base alle dimensioni del vostro giardino. Meglio prediligere una zona tranquilla e all’ombra, visto che generalmente i conigli tendono a soffrire molto il caldo.
Ancor prima di posizionare la gabbia, controllate in maniera accurata che gli alberi al di sopra non presentino foglie che ai conigli possono provocare indigestioni o addirittura la morte. Verificate anche che sul suolo non ci siano delle piante velenose. Oltre ad assicurarvi abbastanza ombra, è anche fondamentale che le dimensioni della gabbia per conigli da esterno siano appropriate, in relazione al numero di animali che intendete collocarvi. In commercio ne trovate di tutte le forme e dimensioni, ma controllate che siano di materiali non nocivi per l’animale.

Per chi vuole mettere i propri conigli in una gabbia all’esterno, un altro aspetto da tenere presente riguarda la realizzazione di un’apposita recinzione. Potete realizzarle da voi, oppure acquistarne una già pronta. Verificate che sia a maglie strette, questo per evitare che il coniglio ci si infili in mezzo e rimanga incastrato o tenti la fuga. Inoltre, è necessario che sia sufficientemente alta, in modo da impedire al coniglio di saltarla facilmente. In aggiunta è importante che sia anche interrata profondamente, questo perché per chi non lo sapesse i conigli sono persino degli ottimi scavatori, e potrebbero creare velocemente un passaggio sotto la rete. Mettete sempre all’interno della recinzione la mangiatoia, acqua in abbondanza e magari qualche accessorio come i tunnel, particolarmente graditi da questi incredibili roditori.

Tipologie di gabbie per conigli

Il coniglio è un animale che per sua natura riesce ad adattarsi facilmente a diversi ambienti e alle differenti metodologie di allevamento. Senza per questo stressarsi. Infatti, il coniglio è generalmente abituato a trascorrere molto tempo all’interno della tana o del proprio rifugio, girovagando nelle ore più fresche, al mattino presto o al tramonto. Per questo il coniglio in gabbia non è affetto da particolari problemi di stress come invece tipico di altri animali. Non per questo bisogna sottovalutare le sue necessità e farlo vivere in condizioni poco rispettose. Anzi è molto importante tenere presenti le esigenze ecologiche con particolare riguardo all’alimentazione e all’igiene.

Quando si parla di metodologie di allevamento si fa riferimento alle soluzioni che vengono attuate per mantenere e far vivere i conigli, che poi dipende anche dall’utilizzo che se ne vuole fare. Le alternative sono principalmente in gabbia al chiuso, come avviene nelle aziende che si occupano di allevamento intensivo. Oppure in gabbia all’aperto, dove i conigli hanno la possibilità di scorrazzare liberamente in un apposito recinto.

Nel primo caso, i conigli vengono gestiti in base alle varie fasi, principalmente riproduzione e svezzamento, che poi sono uguali sia che si tratti di un allevamento al chiuso che all’aperto. La differenza riguarda le varie tipologie di gabbie utilizzate nell’uno e nell’altro caso. Nei grandi allevamenti le gabbie utilizzate per conigli sono diverse, ad esempio se si fa riferimento a quelle per i maschi o femmine gravide, chiaramente differenti.

Ad esempio in un'azienda che si occupa di allevare conigli destinati al commercio di carne. In genere gli animali sono separati e i maschi messi in apposite gabbie che poi dovranno ospitate le femmine per essere montate. Successivamente queste vengono spostare in altre gabbie apposite per passare il mese di gestazione, predisposte per la collocazione del nido. Tutte però devono essere opportunamente attrezzate con abbeveratoi e mangiatoie. Quindi per concludere si può affermare che si distinguono due tipologie di gabbie per conigli in rete, quelle riprodittori e per l’ingrasso.

Più