Stufe C'è 1 prodotto.

Sotto-categorie

  • Stufe a Pellet

    Come funzionano le stufe a pellet


    Il pellet è un combustibile completamente ecologico, ricavato dalla lavorazione del legno, che viene successivamente fatto essiccare e unito alla lignina, sostanza naturale, e insieme vengono pressati, ottenendo in questo modo dei piccolissimi cilindri. Questi poi inseriti nelle famose stufe a pellet al fine di riscaldare tutti i tipi di ambienti.

    Si tratta di stufe, sono oggi particolarmente gettonate, anche se inizialmente i costi erano molto più elevati. Sono adesso più accessibili a livello di prezzo, con vasta scelta, nonostante comunque superiori rispetto alle comuni stufe.

    Bisogna però pensare che acquistando una stufa a pellet non solo si hanno maggiori possibilità di prendere a minor costo il materiale per poterle alimentare. A differenza della legna, che invece è sempre più difficile da trovare e sicuramente con prezzi molto più elevati. Seconda importante riflessione, è che la stufa a pellet non inquina, e con quella a legna rappresentano le principali modalità di riscaldamento completamente ecologiche.

    La stufa a pellet è composta da: un serbatoio dove generalmente viene inserito il combustibile; uno scompartimento che ha la funzione fondamentale di emanare l'aria calda; un focolare per la combustione; uno scompartimento per la raccolta della cenere; delle ventole; e un'accensione automatica, tramite resistenza.

    Rifinita nei minimi dettagli, e pensata per chi vuole riscaldare l'ambiente senza troppa fatica, creando una stufa semplicissima da usare eliminando inutili preoccupazioni.


    Dopo avere inserito il pellet nel serbatoio, si accende attraverso la resistenza e potrete regolare la velocità con cui il combustibile viene preso e messo sul focolaio. Lì l'aria forzata prodotta da appositi ventilatori, si mischia con l'energia creata dalla combustione, creando calore, che viene trasportato all'esterno, attraverso un ricambio d'aria, con appositi ventilatori, i fumi esplulsi all'esterno.

    Tutto questo processo in realtà viene regolato da una centralina di tipo elettrica, grazie alla quale si può indicare la temperatura che si preferisce, o anche l'orario di accensione e di spegnimento. In caso di mal funzionamento della stufa, essa si spegne automaticamente oppure mette in allerta attraverso l'accensione di un'allarme.

    In commercio potete trovare persino stufe a pellet che possiedono un sistema di funzionamento ad acqua o anche detto idro. La differenza sta nello scambio termico, che non avviene più ad aria forzata.

    Quanto consumano le stufe a pellet

    Siete indecisi se acquistare una stufa a pellet, perchè non sapete se così risparmierete o no sul riscaldamento? Bene, oltre ad evitare il dispendio di troppi soldi, potrete anche rispettare l'ambiente, una delle priorità che oggi dovrebbero essere sempre messe al primo posto.

    Tra i principali vantaggi di una stufa a pellet, il risparmio energetico, è il primo in assoluto. In aggiunta il suo rendimento termico, e cioè la capacità di sfruttare le potenzialità del combustibile, anche del 90%. Nonostante oggi il prezzo del pellet è in aumento, comunque sempre più conveniente in termini di risparmio. In media si parla anche di 1000.00 euro annui. Costi che vanno definiti in relazione anche alla spesa che si affronta per poterla installare.

    Quello che conta è la qualità del pellet che si compra. In particolare bisogna acquistarne uno che abbia buona capacità di riscaldamento. Questo viene dato dall'assenza di umidità all'interno. Il pellet dunque non deve contenere vernici, oppure agenti chimici aggiunti, oltre che umidità. In quanto ne ridurrebbe la qualità e di conseguenza il rendimento termico. Il pellet infatti per diventare di uso eccellente, deve essere il più asciutto possibile.

    Si stima che un kg di pellet possa durare anche un ora, e il costo di un sacco da circa 15 kg è intorno ai  3 euro e 50 centesimi, che sono più che sufficienti per riscaldare un ambiente da almeno 70 mq per l'intero giorno. Confrontando questo consumo con il metano, il cui prezzo a metro cubo si aggira sui 0.78 centesimi, per l'intero giorno. Il risparmio è ben superiore rispetto all'attesa.

    Quello che più costa della stufa a pellet e che frena nel suo acquisto, è il prezzo e l'installazione. Anche se successivamente vengono ammortizzati con il risparmio che con essa si ha. Esistono anche degli incentivi, che sono ricompresi nella detrazione fiscale come interventi per lavori di risparmio energetico. Si tratta dunque di una detrazione IRPEF, per il rimborso di una parte degli oneri sostenuti per l'acquisto della stufa.

    La stufa a pellet oggi diventa l'alterativa migliore per il riscaldamento ecologico degli ambienti. Soprattutto in termini di qualità/prezzo. La capacità di queste nuove e utilissime stufe, riguarda anche il loro design. Oggi sempre più moderne, rendendole adatte a qualsiasi ambiente. In aggiunta, quelle più evolute sono al passo con i tempi, munite anche di comandi a distanza.



    Qual' è la differenza tra le stufe a pellet e quelle a legna.

    Le stufe a pellet oggi hanno moltissimo successo, anche grazie alla loro comodità d'utilizzo, persino continua di fuoco 24 ore su 24 senza dover spesso alimentare manualmente la fiamma. L'altro elemento aggiuntivo è la possibilità d'accensione automatizzata, a differenza delle lunghe attese per quanto riguarda le classiche stufe a legna.

    La differenza principale che distingue queste due stufe è il combustibile usato per il loro funzionamento. La legna è sicuramente un po' meno costosa rispetto al pellet, però più ingombrante, quindi non proprio adatta a chi sta in appartamento. Occupa dunque più spazio, non ideale per coloro che sono sprovvisti di un magazzino dove poterla conservare. Diventa in questo modo anche più dispendiosa perchè necessità di mezzi adeguati per essere trasportata.

    Mentre il pellet, con un costo poco maggiore, invece è sicuramente meno ingombrante e più facile da portare da un posto all'altro e si tratta sempre e comunque di un combustibile naturale ed ecologico

    Un altro degli aspetti da non sottovalutare è che gli apparati a legna possiedono emissioni inquinanti maggiori rispetto alle stufe a pellet. Questo è un elemento fondamentale che bisogna considerare soprattutto con il passare del tempo. Determina anche l'impossibilità di mantenere il fuoco acceso per troppe ore, con il rischio che riscaldarsi possa diventare pericoloso per la salute. La fiamma non è neanche regolabile e sicuramente rappresenta un sistema più dispendioso.

    Gli apparati a pellet sono anche più semplici da installare, in quanto le canne fumarie risultano essere di minore dimensione.

    La stufa a legna ha di certo il suo perchè. L'ambiente appare più confortevole, la fiamma è bella, sana e il calore mantiene un'umidità costante.

    Ma per chi preferisce la praticità, scegliendo comunque una stufa ecologica e a combustione naturale, anch'essa confortevole, non può rinunciare a una stufa a pellet. Richiede maggiore manutenzione, ma bastano pochi accorgimenti per mantenerla sempre pulita e al meglio.

    Lo sfogo delle stufe a pellet si può istallare orizzontalmente su una parete esterna, che poi termina sotto la linea del tetto. Questo la rende adatta alle strutture senza canna fumaria. Per funzionare queste tipologie di stufe, utilizzano energia elettrica. Si possono quindi collegare a una normale presa di corrente ma allo stesso tempo sono provviste di batterie in caso di emergenza. Possiedono anche un sistema di spegnimento automatico, o di segnalazione, se si presentano delle condizioni di mal funzionamento. Cosa che con una stufa a legna non si può fare.


    Come si puliscono le stufe a pellet.

    Le stufe a pellet stanno diventando molto richieste negli ultimi tempi, grazie anche all'abbassamento dei prezzi di acquisto rispetto al passato, in aggiunta alla possibilità di ammortizzare i costi nel tempo.

    Come tutte le cose belle, va tenuta in un certo modo. Questo significa che la manutenzione non può mancare. Il problema principale di queste stufe sono le polveri che vengono prodotte al suo interno, e che a lungo andare ne impediscono il buon funzionamento. In realtà pulirla non è difficile, tanto meno capire quando arriva il momento di mettersi all'opera.

    Potrete osservare subito quando per la combustione il vetro tenda a sporcarsi molto di più, oppure i residui prodotti risultano essere maggiori.

    Per effettuare la manutenzione così detta ordinaria, molte moderne stufe a pellet possiedono una funzione automatica di pulizia, che può essere attivata schiacciando un semplice bottone, consentendo così una pulitura abbastanza pratica e veloce.

    Per coloro i quali non hanno questa fantastica funzione, possono procedere eliminando tutte le polveri dalla camera di combustione e dal cassetto dove si trovano i residui. Per questa operazione potrete utilizzare anche l'aspirapolvere per velocizzare i tempi, e panni asciutti, evitando il contatto con l'acqua, così da non danneggiarla. Facendo un lavoro perfetto e sicuramente più pulito, senza dover utilizzare saponi o detergenti tossici e aggressivi. Ricordatevi però di aspettare che la stufa si raffreddi.

    Il segreto di una buona manutenzione è la scelta del pellet. Cercate per questo di acquistare sempre un prodotto di buona qualità, perchè in altro caso, la produzione di residui sarà sicuramente maggiore, aumentando le polveri che vanno a sedimentarsi nella vostra stufa, richiedendo così più attenzioni.

    Ogni anno però è consigliato sottoporre la stufa a pellet a una revisione straordinaria. Questa può essere anche fatta da voi, ma con molta più attenzione e concentrazione. Potrete sempre affidarvi a chi è più esperto, perchè essa richiede di smontare alcune sue parti interne. Deve essere aperta la camera di combustione per togliere tutti i residui di pellet che ci sono. Successivamente passare alle parti mobili, significa estrarre le piastre in ghisa e l'anello di stoffa che si trova all'interno, per poter aspirare tutte le polveri presenti. Le quali con la sola pulizia ordinaria non si riescono a eliminare.

    Sotto l'anello c'è uno sportellino che da accesso ai motori, e che deve essere rimosso per una pulizia completa, potrete benissimo usare un aspirapolvere anche in questo caso.

    Le stufe a pellet come alternativa ai condizionatori.

    Moltissime persone pensano di poter risolvere il problema del riscaldamento in casa, con l'utilizzo di semplici condizionatori di aria con pompe di calore. In realtà non è proprio così, sia per una questione di consumi, ma in particolare per il suo funzionamento, soprattutto nei luoghi dove fa più freddo. I comuni climatizzatori, infatti non funzionano più in maniera efficace quando la temperatura fuori diventa molto bassa, perchè la parte esterna tende a ghiacciarsi. Questo dipende anche dalla qualità del condizionatore, se essa è alta, sarà sicuramente maggiore la sua resistenza a temperatura basse.

    Il pellet rappresenta per questo una valida alternativa ai condizionatori, anche se di elevata qualità. Essa è una modalità di riscaldamento molto più economica e soprattutto ecologica, ideale per chi vuole prima di tutto salvaguardare il pianeta.

    Facilissima da far funzionare, questa stufa possiede un'accensione attraverso resistenza esterna, basta premere un semplice bottone. In poco tempo avrete l'ambiente riscaldato alla temperatura che preferite. Senza inutili fatiche anche 24 ore su 24, o perdite di tempo, perfettamente sicure e assenti le emissioni nocive.

    I consumi sono bassi ma consentono un fantastico risparmio energetico, oltre che il suo ottimale rendimento termico, e cioè la capacità di sfruttare le potenzialità del combustibile, anche del 90%.

    Un altro elemento che rende questo prodotto ideale per chi vuole una stufa seria ed efficace, è il combustibile con cui essa produce calore. Il pellet infatti proviene dallo scarto della lavorazione del legno, senza l'aggiunta di ulteriori prodotti o vernici chimiche che lo rendono ideale per produrre calore a inquinamento 0. Essendo anche di dimensioni ridotte il pellet è molto semplice da conservare e reperire.

    Generalmente funzionante attraverso la presa elettrica, ma la stufa a pellet può persino essere alimentata a batteria, in essa incorporata, permettendo così l'emissione di calore anche nel caso in cui venga a mancare la corrente, cosa che un condizionatore non potrebbe assolutamente fare.

    Il condizionatore è di sicuro meno dispendioso in merito ai costi d'istallazione e manutenzione. Con una stufa a pellet, comunque questi possono essere ammortizzati, recuperando in questo modo le spese nel tempo. I climatizzatori consumano di più e sono maggiormente soggetti agli sbalzi di corrente, che li possono danneggiare più facilmente. Non pensiate che basti solo farlo montare e avrete risolto. I condizionatori per funzionare adeguatamente vanno anch'essi puliti e regolarmente controllati così da limitare danneggiamenti dovuti alla polvere che tende a sedimentarsi nei filtri.

  • stufe a legna

    Termostufe a legna

    La termostufa oggi si introduce nel mercato come l’alternativa migliore al tradizionale riscaldamento, soprattutto in termini di economicità e risparmio. Ha avuto infatti un grande successo, nonostante anche le stufe a pellet sono state gettonatissime per lungo tempo.

    Le termostufe a legno sono considerate la soluzione ideale per chi vuole riscaldarsi autonomamente e rispettare l’ambiente. Per questo considerate totalmente ecosostenibili, utilizzando infatti risorse completamente naturali per riscaldare non solo l’ambiente, ma producendo acqua calda per il sistema idrico sanitario della casa. Il prezzo è uno dei vantaggi principali che questi impianti possiedono, in quanto il più competitivo sul mercato in rapporto alle sue capacità ed all’efficienza.

    La termostufa utilizza semplicemente la legna come combustibile per poter funzionare, ed alimentare i termosifoni oppure pannelli radianti per il pavimento. Può anche essere collegate ad impianti di riscaldamento già esistenti e produrre calore affiancata con dei pannelli solari.

    Quindi si tratta di un impianto che oltre a funzionare come una stufa funge anche da caldaia. Riscaldando la stanza in cui sono installate, trasmettono il calore prodotto agli altri ambienti per convenzione.

    Solitamente comprendono, una camera di combustione chiusa, dove viene collocata la legna pronta per la combustione. Essa avviene attraverso una prima fase in cui viene prodotto calore e gas, alimentati da un getto d’aria che consente al legno di bruciare. Successivamente i gas prodotti tendono ad andare verso l’alto che scontrandosi con l’aria si incendiano producendo maggiore calore, che andrà a creare vapore acqueo e anidride carbonica.

    In commercio esistono una grande varietà di termostufe, ormai sempre più moderne e con un design innovativo davvero impressionante. Tutte possiedono una fantastica efficienza termica, sfruttando il calore prodotto al 100%, ma soprattutto rispettano l’ambiente, con un emissione di gas serra uguale a zero. I costi di gestione sono davvero bassi, considerando che il prezzo della legna è di gran lunga inferiore rispetto ad altri tipi combustibili, infatti per un ora il consumo di lega stimato è di 4 kg e un kg ha un costo che si aggira in torno ai 15 centesimi. I costi di acquisto e installazione sono un pò più elevati, ma si possono ammortizzare ammortizzano. Certamente è necessario avere un po’ più di spazio dove conservare la legna, ma ne vale davvero la pena, rispetto al confort che offre.

    Alcune termostufe sono addirittura predisposte per poter essere utilizzate come cucina, sfruttando il fuoco senza ulteriori sprechi. E’ possibile anche accumulare l'acqua calda che non viene utilizzata, semplicemente installando un bollitore di accumulo. Programmare persino l’accensione e lo spegnimento, lapotenza e la temperatura desiderata nel locale.

     stufe a legna con forno

    La stufa a legna oggi acquista di nuovo la sua popolarità, sempre più richiesta, anche se i costi di acquisto e installazione sono maggiori da affrontare rispetto ai tradizionali impianti di riscaldamento. Però allo stesso tempo sono spese che si ammortizzano, proprio grazie ai bassissimi costi di gestione e di acquisto del materiale combustibile necessario. Si tratta di fare una scelta importante, non solo perché è una stufa con fantastiche qualità, ma anche in quanto è predisposta a fare diverse attività, a differenza di altre semplici stufe o modalità di riscaldamento.

    La stufa a legna può produrre non solo calore per riscaldare gli ambienti, ma anche acqua calda per il sistema idrico sanitario della casa. Munite alcune persino di forno, per cucinare i cibie di un piano di cottura, la soluzione ideale per risparmiare e cucinare in maniera rivoluzionaria. Con un design al passo con i tempi, innovativo e di pregio, per i rivestimenti e le rifiniture perfettamente adattabili con tutti i tipi di interni, moderni e non. Potete trovarne una grande quantità, ad esempio in pietra ollare, maiolica con decori, ceramica, acciaio, insomma avrete l’imbarazzo della scelta. Alimentata semplicemente dalla legna, combustibile naturale, che la rende unica e inimitabile. Sfruttando il calore prodotto, potrete cucinare limitando sprechi di gas ed elettricità, ridurre al minimo le spese. Allo stesso tempo riscoprire il gusto del cibo alla brace, con cotture meno lunghe, ed elevate prestazioni. Esaltando i sapori di una volta del cibo cotto sulla fiamma viva del fuoco.

    La stufa a legna con forno, solitamenteè munita anche di un termostato che regola combustione e la temperatura, limitando in questo modo gli sprechi di combustibile, soprattutto quando non è necessario. Alternativa ideale come soluzione ecosostenibili, con maggiori benefici, soprattutto in termini di qualità/prezzo.

    Sul mercato è possibile scegliere tra le svariate tipologie di stufa a legna adattabili a canne fumarie di un vecchio camino, attraverso un sistema di tubazione per l'espulsione in sicurezza dei fumi di scarico prodotti dalla stufa.

    Avrete finalmente il confort e la comodità di una stufa senza dovervi preoccupare delle bollette oltre che di non potervi riscaldare quando viene a mancare la corrente elettrica, nella consapevolezza che solo così potete stare bene voi e fare un favore al vostro pianeta.

     stufe a legna ventilate

    Le stufe a legna ventilate, sono delle stufe che utilizzano come combustibile la legna. Per questo motivo vengono considerate esclusive, cioè la soluzione ecosostenibile migliore perché garantiscono il rispetto dell’ambiente, con la massima efficienza. Questi impianti, possiedono importanti qualità. Le quali gli consentono di riscaldare gli ambienti grazie ai flussi d’aria che entrano in contatto con la camera di combustione, così da riscaldare, grazie anche all’apporto di opportune ventole.

    Le stufe a legna ventilate si distinguono in, quelle a convenzione naturale e ventilate catalizzate. Le prime in cui non è prevista la presenza di ventole che hanno la funzione di muovere il calore per riscaldare l’ambiente. Sfruttano i moti connettivi dell’aria, che si vengono a creare quando le temperature differenti entrano in contatto. Nelle seconde invece sono presenti delle ventole per la fuoriuscita dell’aria calda e canalizzazioni, che hanno l’importante funzione di raggiungere e riscaldare ambienti posti al di sopra o giacenti al locale in cui la stufa viene installata. Per fare questo necessitano di una capacità termica maggiore, che ne determina una certa grandezza, proprio per la necessità di bruciare una quantità di combustibile maggiore, così da poter produrre più calore e riscaldare diversi ambienti. Il segreto infatti è la grandezza della camera in cui il combustibile brucia.

    La stufa a legna ventilata, è ottima per riscaldare l’abitazione e ridurre gli sbalzi termici all'interno, limitando anche l’insorgenza di umidità e condensa, per il sistema di circolazione e diffusione dell'aria calda. Al aspetto fondamentale è il risparmio in termini di costi di mantenimento. I quali consentono di ammortizzare perfettamente le spese d’acquisto e installazione, oltre che rispettare il pianeta riducendo praticamente a 0 le emissioni di gas serra.

    In commercio ci sono una vasta quantità di modelli, con stili molto diversi, che si intonano a tutti i tipi di arredamenti ed ambienti, così da soddisfare i clienti al 100%. Non solo in termini di qualità/prezzo, ma anche per il design molto moderno e innovativo. Potete anche trovarle con rivestimenti in maiolica, ad oggi le più richieste soprattutto per le decorazioni fatte completamente a mano. Mentre il materiale interno di cui si compongono, garantisce un importante resistenza soprattutto alle alte temperature, con un rendimento del combustibile anche fino al 70%.

    Si tratta di stufe dalle fantastiche prestazioni, grazie alla loro capacità termica, che consente di creare il calore e rilasciarlo nell'ambiente in maniera graduale.

    stufe a legna economiche.

    Le stufe a legna sono sicuramente il modo più antico e soprattutto economico di riscaldare gli ambienti. Anzi un tempo bastava solo un po’ di legna e via, per poter stare al caldo senza avere troppi problemi di consumo e di costi. Proprio come una volta, quando il caldo abbraccio del fuoco era perfetto per creare il giusto clima in casa propria, senza pensieri. Oggi l’idea è sempre la stessa, consentire di riscaldarsi senza dover affrontare spese eccessive, con un fantastico confort, ma soprattutto limitando l’inquinamento ambientale, che diviene sempre più obbiettivo principale.

    Le stufe a legna sono l’alternativa ideale per spendere meno e stare più tranquilli. Prima di tutto perché utilizzando come combustibile la legna, le spese di mantenimento e manutenzione sono veramente minime, questo soprattutto per il costo della legna bassissimo e non è necessario acquistarne una qualità rispetto ad un'altra, tutta la legna brucia in ugual modo a prescindere dal tipo di stufa a legna.

    Le emissioni sono nulle e esiste anche la possibilità di usare le stufe sfruttandone il calore, per cucinare o addirittura produrre acqua calda. Significa ridurre al minimo gli sprechi e dunque i consumi.

    Le stufe a legna sono economiche, sia per quando riguarda il costo per l’acquisto che l’istallazione, soprattutto confrontato con altre soluzioni come le stufe a pellet, che essendo legate all’impianto elettrico richiedono maggiore attenzione e manutenzione. Senza dimenticare che anche la legna, oltre ad avere un rendimento termico elevatissimo, ha un costo davvero basso, di circa 15 centesimi al kg. Permette a questo impianto di riscaldamento di essere sicuramente competitivo in merito al rapporto qualità e prezzo, a confronto con altri nuovi tradizionali stufe. Si parla addirittura di un risparmio energetico che raggiunge il 80%.

    Oggi le stufe a legna possiedono anche un design molto moderno, adattabili per questo in diversi ambienti, rendendone la vista davvero suggestiva. Pensate nei minimi dettagli, non più dei ruderi senza alcun senso, ma vere e proprie opere d’arte.

    La cosa principale che voglio sottolineare è che le stufe a legna non hanno costi aggiuntivi perché non sono collegate alla corrente elettrica o al metano, necessari per altri impianti per il loro funzionamento. Queste sono spese che inevitabilmente incidono sui costi della bolletta. Per non parlare della probabilità di guasto e intervento, nettamente inferiore rispetto a altri dispositivi, anche la manutenzione è minima, basta un'unica pulizia una volta all’anno, risulta essere sufficiente per una stufa a legna.

    stufe a legna moderne

    Oggi chi produce stufe a legna è consapevole che il design è una delle componenti fondamentali per avere successo in questo campo. Per questo motivo l’elemento su cui ci si concentra, oltre che l’efficacia e la qualità di un impianto di riscaldamento, è anche la visibilità e la capacità di potersi adattare a vari ambienti. I modelli in commercio di questi tempi permettono davvero una scelta vastissima, soprattutto lo stile moderno è quello che più di tutti riscuote un grande successo. Più ricercato è un design contemporaneo, sobrio ed soprattutto esclusivo. Con un’ampia varietà di forme e garantiscono sempre una piena visione del fuoco, mantenendo vivo il legame con il passato.

    Il principio di funzionamento rimane comunque identico rispetto al passato, con la possibilità di poter programmare l’accensione e lo spegnimento della stufa e indicarne anche la temperatura e la potenza, tutto con un semplice bottone. La tecnologia è riuscita a metter insieme il confort e bellezza della stufa a legna, con la comodità e la semplicità di utilizzo. Senza fatiche e soprattutto nel rispetto dell’ambiente.

    Presentano una camera di combustione chiusa e l’aria forzata ne alimenta la fiamma e dunque il calore, il quale viene poi immesso nell’ambiente. Il calore che viene prodotto, viene poi incanalato in alcuni tubi che lo portarlo nelle diverse zone dell’abitazione grazie a specifici impianti. La stufa a legna diventa in questo modo un alternativa ideale al riscaldamento tradizionale. Scalda l’intera casa nel rispetto del risparmio energetico e soprattutto non grava sul vostro bilancio famigliare. Questi non sono gli unici vantaggi, persino l’autonomia degli impianti a legna è decisamente aumentata e non di poco. Questo le rende davvero molto competitive con le altre apparecchiature in commercio.

    Le moderne stufe, anche se alcuni sostengono la loro minore potenza di emissione di calore, solo le uniche ad avere un impatto ambientale davvero irrilevante con consumi e prezzi di manutenzione sorprendentemente bassi. Riuscendo facilmente a scaldare l’abitazione, grazie al calore prodotto semplicemente dalla legna. Si tratta di un combustibile poco costoso e completamente ecologico. Il fatto che scaldino meno in realtà è solo un vantaggio, perché così sono utilizzabili anche in ambienti dove ci sono bambini, oppure stare in prossimità di mobili senza il rischio che prendano fuoco.

    Si possono trovare stufe moderne fatte di vari materiali, in ghisa, ceramica, acciaio o altro materiale, in base ai vostri gusti e esigenze.

    Stufe ecologiche

    Le stufe ecologiche, sono delle ottime alternative per riscaldare l’ambiente e non solo, in maniera da limitare il consumo di combustibili nocivi per il pianeta e comunque oggi sempre più scarsi oltre che pericolosi.

    Si tratta di fonti di energia alternativa e ecologica, che consentono un importante risparmio energetico ma anche minori consumi in termini di spesa.

    Tra queste ritroviamo le classiche stufe a legna, oggi sempre più moderne e raffinate, perfettamente al passo con i tempi. Il combustibile necessario al loro funzionamento è la legna, economica e facilmente reperibile, che permette di riscaldare non solo l’ambiente. Alcune sono provviste anche di cucina e forno, in modo da poter sfruttare il calore prodotto dall’impianto per cucinare senza sprechi. Permettono addirittura la produzione di acqua calda.

    Come vedete usare una stufa completamente ecologica si può, e diventa un importante vantaggio non solo per il nostro pianeta ma soprattutto per limitare le spese. Facendoci anche tornare un po’ indietro nel tempo, riscoprendo i piccoli piaceri di una volta.

    Le stufe a pellet, anch’esse gettonatissime, per il loro design, ma in particolare per la comodità che offrono. Digitalizzate e programmabili addirittura a distanza, e nello stesso tempo utilizzano un nuovissimo combustibile, il pellet prodotto dagli scarti della lavorazione del legno e pressati con materiale naturale. Questo vanta un'ottima resa in termini di massa bruciata e calore sviluppato, visto che si parla addirittura del doppio rispetto a quella della classica legna. Consente un importante risparmio energetico e per questo considerate un ottima soluzione per chi privilegia la praticità e la comodità. Di certo la stufa a legna ha comunque i suoi vantaggi.

    Le stufe ecologiche, soprattutto quelle più moderne, emettono cenere in basse quantità, che comunque si dice sia un ottimo concime naturale che viene anche utilizzato per produrre detergenti e persino antiparassitari. Gli impianti moderni hanno un basso impatto nell'emissione nell’atmosfera di agenti inquinanti. Pensate che le nuovissime stufe possiedono anche una lunga autonomia di oltre 24 ore, con combustioni pulite e rendimenti elevati, a bassissimi regimi di andatura. Questo significa che bruciano grandi quantità di combustibile, generando calore aggiuntivo e allo stesso tempo pulendo i fumi.

    Ultimamente per il riscaldamento degli ambienti si sta diffondendo il bioetanolo.Alcool altamente infiammabile, di origine completamente naturale. Considerato un sistema ecologico e conosciuto per la facilità di installazione, usato per l'alimentazione di stufe e camini.

     In ogni modo le stufe a legna rimangono sempre l’alternativa più ecologica e migliore in termini di rapporto qualità/prezzo e soprattutto di consumi.

    vendita stufe a legna.

    Per chi è interessato a acquistare una stufa a legna o vuole semplicemente avere maggiori informazioni in merito all’installazione e funzionamento, può farlo direttamente on line. Il modo più semplice e veloce per conoscere e sapere quali sono i vantaggi e gli svantaggi rispetto ai vari impianti esistenti sul mercato, ovviamente in base alle proprie esigenze.

    In alternativa affidarsi a qualcuno di fiducia, se non siete del tutto sicuri, in quel caso recatevi direttamente presso un rivenditore specializzato, il quale saprà sicuramente indirizzavi meglio.

     Il consiglio è quello di considerare il prezzo di vendita, non come elemento principale, piuttosto pensare alla qualità del prodotto, in questo caso diviene fondamentale, anche considerare la possibilità di poter ammortizzare successivamente i costi e le spese per l’acquisto della stufa.

    Per coloro che vogliono installare un impianto di riscaldamento davvero ecologico e completamente naturale, di sicuro le stufe a legna rappresentano il modo migliore. Ideali perché garantiscono il rispetto dell’ambiente e riducono al minimo i consumi, soprattutto in merito ai costi di mantenimento e manutenzione, i più bassi rispetto alle tradizionali modalità di riscaldamento.

     La vendita di questi impianti sta diventando sempre maggiore negli ultimi anni, grazie allo sviluppo di questi antichi impianti. Questi, nonostante tutto sono riusciti a modernizzarsi velocemente e allo stesso tempo essere competitivi sul mercato. Sono diventate stufe sempre più moderne, unendo praticità, con design affascinanti, accattivanti e una tecnologia sorprendente, mantenendo comunque la semplicità e l’efficienza di un tempo.

    Avrete la possibilità di scegliere lo stile che più vi si addice e che meglio si intona ai vostri interni, perché davvero esistono sufe a legna di tutti i tipi e modelli, fatti anche di differenti materiali. Potrete confrontare prezzi e capacità, avere degli ottimi preventivi e sapere anche cosa state acquistando. Tutto direttamente da casa vostra, scegliendo il meglio.

    Chi vende stufe a legna sa sicuramente come soddisfare le vostre esigenze e garantirvi un prodotto qualitativamente superiore. In base anche al vostro budget potrete avere la stufa che fa proprio al caso vostro.

    stufe a legna piccole

    I modelli di stufe a legna in commercio sono davvero tantissimi. In base alle vostre necessità potrete decidere quale sia il migliore. Avete una casa non troppo grande, ma non volete rinunciare al piacere di una stufa a legna?

    Non vi dovete assolutamente preoccupare, perché ci sono impianti compatti perfetti anche per gli ambienti più piccoli. Belle, confortevoli ed eleganti. Si tratta di modelli che nonostante la loro dimensione vi possono offrire sorprendenti prestazioni.

    Con un grande risparmio potrete avere la stufa a legna che avete sempre desiderato, anche se un po’ più piccola, comunque efficiente e ideale per la vostra casa. Con un rendimento termico fantastico e comunque perfette anche se posizionate in ambienti più ampi. Equipaggiate di tutti i confort per rendere l’abitazione ideale durante i rigidi inverni, per le vostre serate romantiche davanti al fuoco o solo per una tranquilla serata tra amici.

    Si tratta di stufe a legna di piccole dimensioni con costi davvero convenienti, e un rapporto qualità-prezzo incredibile. Rimarrete increduli della magia e l’atmosfera che con queste stufe si viene a creare, un calore e un benessere fuori dal comune. Forse proprio perché sono ridotte e rispettano comunque l’ambiente. Dando anche un importante senso di sicurezza e praticità, nella consapevolezza di poter contare su un impianto completamente ecologico.

    Puoi confrontare prezzi e modelli online, con grandi risparmi anche sulle consegne. La scelta sarà sicuramente più ampia e potrai decidere in estrema tranquillità la stufa che fa per te. Ne esistono di diversi materiali e colori, per avere quella che più si intona all’arredamento e alle tue aspettative.

    Il funzionamento, l’efficienza e la struttura sono identiche a una stufa a legna normale. Con la differenza che per le sue dimensioni però potrai collocarla in qualsiasi luogo, soprattutto se gli spazi sono ridotti ma comunque molto freddi.

    Basta poca legna per avere un rendimento termico molto elevato, senza sprechi o consumi eccessivi. Molte provviste di un pannello di controllo, con cui si può tranquillamente impostare l’accensione e lo spegnimento, indicare la potenza e la temperatura. Insomma si tratta di perfette stufe a legna nonostante siano un po’ più piccole.

    Provviste di una camera di combustione, solitamente chiusa con un vetro, il quale permette un’ampia visuale della fiamma, a differenza ad esempio delle stufe a pellet dove solitamente la fiamma non è molto visibile. In essa viene collocata la legna per la combustione. Per un calore che irradierà l’intera abitazione senza troppe preoccupazioni di bollette e spese varie. Queste stufe, come le altre appartenenti alla stessa categoria, non necessitano di particolari manutenzioni o interventi e hanno un ampia autonomia. Tutto ciò le rendono perfette per chi vuole l’efficienza di un impianto a legna, anche se di dimensioni ridotte.

    Le migliori stufe a legna.

    Oggi se dovete fare una scelta sul tipo di riscaldamento da installare nella vostra abitazione, di sicuro dovreste considerare diversi aspetti. Prima di tutto acquistare un impianto che vi consenta di risparmiare soprattutto sui consumi e di conseguenza sulle spese generali.

    Un atro elemento importante è la possibilità di limitare le emissioni di gas inquinanti nell’ambiente, avendo comunque una stufa che offra confort e efficienza in termini di produzione di calore.

    Per questo si dovrebbe optare per delle stufe a legna. Queste consentono di riscaldare l’ambiente e nello stesso tempo ridurre al minimo i consumi. Probabilmente se dovete scegliere fatelo bene e prendete una termostufa a legna.

    Questa consente di riscaldarsi autonomamente e rispettare anche l’ambiente. Considerate infatti per questo motivo totalmente ecosostenibile, utilizzando infatti risorse completamente naturali. Allo stesso tempo consente di produrre acqua calda per il sistema idrico sanitario della casa. Il prezzo è uno dei vantaggi principali che questi impianti possiedono, in quanto il più competitivo sul mercato in rapporto alle sue capacità ed all’efficienza.

    Le migliori stufe a legna sono quelle che consentono di ridurre l'inquinamento durante la combustione e il loro sistema di riscaldare locali posti al di sopra e accanto alla stanza in cui sono istallate, grazie al loro sistema di diffusione del calore per irraggiamento o a convenzione.

    La prima cosa da dover osservare è la camera di combustione, che rappresenta l’elemento fondamentale per il buon funzionamento della stufa. Dovreste poter osservarne la fiamma e metterne la legna con maggiore facilità, così da aumentarne l’autonomia. Quindi è importante che la camera del fuoco abbia un’ampiezza maggiore. Controllate anche la porta di apertura della stufa, la quale non deve essere troppo grande, in quanto in questo caso è più facile che i fumi prodotti si disperdano. Vale anche nel caso in cui sia troppo semplice da aprire, infatti le probabilità che rimanga aperta risultano essere maggiori.

    L’altezza della stufa è un altro degli aspetti da considerare, non troppo alta ne bassa, deve essere ad un giusto livello, per poter inserire la legna ma comunque sicura. Le maniglie devono permettere l’apertura dello sportello senza il rischio di ustionarsi. Se non riuscite a capire da una semplice foto, allora potrete richiedere delle delucidazioni in merito.

    Infine per una visione chiara della fiamma il vetro rappresenta una delle altre componenti. Esistono per questo dei modelli con un sistema autopulente, che impedisce che polveri e ceneri si depositino nel vetro.

    Piccole stufe a legna

    Le stufa a legna in commercio sono davvero tantissime, e oggi sempre più richieste per le loro grandi prestazioni e il rapporto qualità/prezzo. Quello che le rende ancora più gettonate è la possibilità di poter acquistare una stufa che con la sua capacità di produrre calore permette di riscaldare anche ambienti adiacenti senza rischi e difficoltà, con una capacità termica davvero eccezionale.

    Sempre più moderne perché ripensate per un design rivoluzionario e assolutamente innovativo, adatto per gli arredamenti più moderni. Consentendo a tutti di poter godere della bellezza e del confort di una stufa a legna, anche per gli ambienti impensabili. In questo modo diventa davvero competitiva nel settore degli impianti di riscaldamento, chi può infatti sceglie una stufa a legna.

    Oggi è possibile persino per chi vive in ambienti di metratura davvero ridotta, ma non vuole rinunciare ad una stufa a legna. Per questo in commercio si trovano piccole stufe a legna, adatte alle vostre esigenze di spazio. Con un efficienza alla pari delle altre, dando lo stesso identico benessere e confort delle comuni stufe a legna.

    Acquistarne una di dimensioni ridotte non significa dunque avere meno proprietà. Si tratta comunque di un impianto ecologico, con consumi ridotti e minor spreco di energia, con un design davvero irresistibile, che si adatta perfettamente ai piccoli ambienti.

    Le potrete trovare con rivestimenti di elevate prestazioni termiche, in ghisa ad esempio, resistente alle alte temperature e consente anche di accumulareil calore e sprigionarlo in maniera graduale, risparmiando combustibile ed avere un'autonomia maggiore di calore. Non necessitano di alimentazione elettrica, questo è un grande vantaggio soprattutto perché garantisce consumi di gran lunga inferiori. Senza dover dipendere dalla presenza o meno di corrente elettrica con la certezza di avere un ambiente riscaldato anche in caso vada via la luce.

    Come tutte le stufe a legna anche quelle di piccole dimensioni possono dare grandi soddisfazioni. Mantengono costante l'umidità degli ambienti. Produce uncalore sicuramente non equiparabile a quello di altri combustibili, soprattutto se si tratta di ambienti più piccoli. Richiedono interventi di manutenzioni non onerosi e semplicissimi, anche da effettuare senza l’intervento di esperti.

    Sarà perfetta per la vostra piccola dimora, per renderla confortevole quanto basta, così che vi sarà difficile rinunciavi. Adesso finalmente avrete la possibilità di installare una stufa a legna, basta un minuscolo angolo.

     

Mostrando 1 - 1 di 1 articolo
Mostrando 1 - 1 di 1 articolo
Stufe

Come funziona le stufe a gas matano e quali sono i vantaggi.

Le stufe a gas sono degli impianti ideati per il riscaldamento degli ambienti interni e esterni. Esistono quelle tradizionali, il cui funzionamento è solitamente legato alla presenza di una bombola di gas.

Le stufe a gas metano, o anche dette catalizzate, invece sono apparecchi cre...

Come funziona le stufe a gas matano e quali sono i vantaggi.

Le stufe a gas sono degli impianti ideati per il riscaldamento degli ambienti interni e esterni. Esistono quelle tradizionali, il cui funzionamento è solitamente legato alla presenza di una bombola di gas.

Le stufe a gas metano, o anche dette catalizzate, invece sono apparecchi creati attraverso una tecnologia più sicura e raffinata, di tipo catalitica. Esse non necessitano di sfiato esterno, di conseguenza, non hanno bisogno di alcuna canna fumaria.

La stufa assomiglia moltissimo ad una a gas, anche in questo caso il calore viene emanato attraverso dei pannelli o da mattoncini ad infrarossi. Questi subito dopo pochi istanti hanno la capacità di riscaldare al 100%, alla loro massima potenza, raggiungendo fino a 4200 watt. Quindi il loro rendimento termico è totale, senza dispersioni o emissioni di gas nocivi nell’ambiente. La stufa a gas metano può essere appoggiata al pavimento oppure fissata al muro, e collegata al tubo di distribuzione del gas, consentendone così il suo funzionamento. Provvista di untubo in metallo, avvitato da una parte alla stufa e dall'altro a quello di uscita dal muro.

Molti modelli si accendono con il piezoelettrico, quindi funzionanti anche in assenza di corrente  elettrica. Ogni apparecchio è dotato di una valvola di sicurezza, che consenta lo spegnimento automatico in caso di pericolo. La combustione producemonossido di carbonio, il quale viene fatto passare da un catalizzatore nella parte alta, che lo trasforma in anidride carbonica e vapore acqueo, in bassissime quantità, non nocive.

 

Uno dei vantaggi delle stufe a gas metano è che laconversione catalitica rappresenta una delle scelte ecologiche. Contribuisce alla pulizia dell'aria eliminando le particelle presenti ed gli odori, ottima soprattutto per chi soffre di allergie. Un altro importante elemento, è la capacità di limitare lo spreco energetico, in quanto questo tipo di riscaldamento permette di concentrare il calore in alcune stanze, in cui solitamente si trascorre più tempo, evitando così il riscaldare ambienti dove solitamente si sta poco o per nulla. Produce calore molto in fretta e per questo si può accendere quando se ne ha necessità, senza dover attendere troppo tempo.

Facilissima da installare, e non sono soggette a particolari riferimenti normativi. Per questo ideali per il riscaldamento di ambienti di medie dimensioni, con una fantastica resa calorica. Possono essere collocate anche in ambienti esterni, utilizzate spesso in luoghi pubblici.

 

I vantaggi delle elettriche a basso consumo energetico.

 

Le stufe elettriche a basso consumo energetico, rappresentano il modo più economico per riscaldare gli ambienti di casa, ottenendo un calore praticamente immediato. In questo modo, si riduce notevolmente la durata del consumo energetico, con il vantaggio della mobilità e il trasporto da una stanza all’altra della vostra casa. Il loro funzionamento è semplicissimo, il principio è quello di trasformare l’elettricità in calore.

Un tempo le stufe elettriche non erano l’ideale per riscaldare gli ambienti. Oggi consigliate per chi preferisce non aspettare troppo per potersi riscaldare, risparmiando molta energia, in termini di spesa e di tempo. Questa tipologia di stufa è, infatti in grado di mantenere il riscaldamento degli ambienti per diverso tempo, consentendovi di spegnere la stufa e continuare a riscaldarvi con il calore da essa generato, senza però consumare.

Le stufe elettriche a basso consumo energetico, possiedono anche un design sempre più elegante, infatti ripensate per intonarsi a tutti gli ambienti, anche quelli più moderni.

Esistono diversi modelli e varietà, che potrete scegliere in base alle vostre esigenze e gusti. Quelle da parete, all’impatto come se fossero dei veri e propri quadri, senza appesantire o imbruttire l’ambiente. Non necessitano di sfoghi esterni, dunque non siete obbligati a posizionarla in una stanza piuttosto che nell’altra.

Le stufe elettriche con rivestimenti preziosi, che possiedono una maggiore capacità e potenza nell’emanare calore, oltre che una superiore resistenza alle alte temperature. Poi esistono anche quelle munite di apposite rotelle che consentono un facile trasporto, comode e confortevoli. Le stufe elettriche a resistenza, per chi ha bisogno di riscaldare ambienti molto più ampi in minor tempo, si tratta del modello più datato, che necessita di una resistenza elettrica per funzionare, oggi pensate per ridurre gli sprechi di energia. Quelle alogene, che producono calore servendosi di una lampada alogena a risparmio energetico, che la rende forse quella con i consumi più bassi. Le stufe elettriche al quarzo, le quali producono calore con lampade al quarzo, che le attribuiscono una capacità di riscaldare più in fretta rispetto quelle alogene. Infine quelle ad infrarossi, che presentano le medesime caratteristiche, a basso costo, ed una capacità di produrre calore immediato per un risparmio energetico assicurato. Riscaldano attraverso dei raggi, i quali si posso direzionare a proprio piacimento.

Cosa sono le stufe a legna a lunga autonomia.

Possedere una stufa a legna a lunga autonomia è l’unico modo per poter ridurre le spese, usare una combustione naturale ed ecologica, e nello stesso tempo prolungare la sua capacità di produrre calore. Chi non vorrebbe risparmiare e godere di un riscaldamento continuativo senza sprechi eccessivi, pur sapendo di non nuocere l’ambiente. Con questo tipi di stufe è possibile. Sono fantastiche le prestazioni di rendimento termico Una perfetta diffusione del calore, sia che si tratti di ampi ambienti, sia di quelli più ristretti, oltre che il confort termico elevato.

Oggi le stufe a legna possono raggiungere anche oltre 30 o 40 ore di accensione continuativa e bruciano in maniera ottimale il legname, dando importanti rendimenti a tutte le andature. Garantiscono combustioni anche alla minima andatura, senza inquinare, a differenza del passato. I nuovissimi sistemi oltre a possedere una perfetta combustione, hanno un'emissione del calore molto più costante e regolare nel tempo, consumando così molta meno legna.

Ora è possibile avere finalmente una stufa a legna senza dover essere sempre presenti per alimentare la sua fiamma; con la possibilità di programmarne la temperatura desiderata. Soprattutto per chi preferisce il calore di una fiamma diversa da quella prodotta dal pellet, più confortevole. Riscaldarsi in sicurezza con la comune e semplice legna, quale energia rinnovabile con prezzi bassi. Con un combustibile comunque semplice da trovare.

Senza il bisogno di corrente elettrica, di conseguenza la sicurezza di potersi riscaldare anche nei casi in cui l’energia manchi per ore ed ore. Con la garanzia di possedere un riscaldamento anche in condizione più estreme, nel totale rispetto dell’ambiente.

Il design è sempre migliore, si possono trovare stufe a legna pensate nei minimi dettagli, perfette per tutti gli ambienti, che siano rustici o moderni. In grado di garantire un riscaldamento ottimale di varie stanze, sfruttando i principi fisici del calore, senza dover utilizzare ventole rumorose, o pompe che consumano corrente elettrica.

Le spese sono limitate ma il confort ambientale e la bellezza di gran lunga maggiore, sono assicurate. Da non sottovalutare, anche la sicurezza in termini di salute. Grazie al ricambio continuativo dell’aria aspirata verso l’esterno, attraverso la canna fumaria, così da eliminare anche la formazione di condense sui muri oppure su vetri che possono anche creare gli ambienti adatti per la formazione di muffe. L’aria nelle stanze è dunque in continuo e naturale ricambio. Questo ne aumenta il pregio e l’importanza di riscaldarsi con una stufa a legna a lunga autonomia.

 

Stufe a pellet. Perché potrebbero interessarti.

 

Le stufe a pellet oggi è diventata la migliore alterativa per il riscaldamento ecologico degli ambienti. Soprattutto in termini di qualità/prezzo. Stai cercando un motivo per istallarne una in casa? Il risparmio energetico, è il primo in assoluto. In aggiunta il fatto che sia una modalità di riscaldamento completamente ecologica, proprio perché il combustibile che necessita per funzionare, deriva dagli scarti della lavorazione del legno. Il pellet viene pressato con sostanze naturali e ridotto in piccole parti cilindriche. Facile da conservare, soprattutto per chi non ha molto spazio. Questo rende le stufe a pellet una scoperta davvero importante, economica, naturale e perfetta anche per chi vive in appartamento.

Famosa soprattutto per il suo rendimento termico, che riguarda la capacità di sfruttare le potenzialità del combustibile, anche del 90%. Conveniente in termini di risparmio. Costi che vanno definiti in relazione alla spesa che si affronta per poterla installare. Perfettamente ammortizzabili nel tempo, considerando la ridotta quantità di consumi di questa stufa.

Oggi sempre più rifinita anche nei minimi dettagli, meno ingombranti, più eleganti e sofisticate, perfette per gli ambienti più moderni, e soprattutto facili da accendere e pulire. Hanno anche la possibilità di mantenersi accese nel caso in cui vada via la luce, perché provviste di una batteria interna che consente una certa autonomia.

Le stufe a pellet oggi hanno moltissimo successo, anche grazie alla loro comodità d'utilizzo, persino continua di fuoco 24 ore su 24 senza dover spesso alimentare manualmente la fiamma, e spendere troppo per il riscaldamento. Facilissima da far funzionare, questa stufa possiede un'accensione attraverso resistenza esterna, basta premere un semplice bottone. In poco tempo avrete l'ambiente riscaldato alla temperatura che preferite Questo le rende davvero inimitabili e uniche.

I modelli più recenti possiedono comandi a distanza, quindi si possono accendere e spegnere anche senza doversi alzare dal divano oppure addirittura programmarne l’accensione e lo spegnimento in base ai propri impegni e abitudini. Basta inserire gli orari, la stufa a pellet si azionerà automaticamente, così che potrete trovare la casa calda e accogliente come desiderate. Soprattutto per coloro che vivono in posti particolarmente freddi, non esiste di meglio che un ambiente ben riscaldato al proprio rientro.

Munita di un termostato di sicurezza, predisposto per lo spegnimento della stufa in caso di pericolo o dispersioni, e pressostato di sicurezza porta fuoco, o anche detto blocco, ideato per rilevare una variazione di pressione, che viene segnalato quando essa supera quello che è considerato il livello di sicurezza.

 

La differenza fra le stufe a pellet e quelle a legna.

 

 Le stufe a pellet oggi sono sempre più richieste soprattutto per la loro comodità d'utilizzo, addirittura continua 24 ore su 24 senza, senza rischi o obblighi di dover alimentare manualmente la fiamma di continuo. Sono infiniti i vantaggi che questi impianti possiedono. Come la possibilità d'accensione automatizzata e a distanza, a differenza delle lunghe attese per quanto riguarda le classiche stufe a legna.

La differenza principale che distingue queste due stufe è il combustibile, nonstante la composizione di base sia la stessa. La legna è sicuramente un po' meno costosa rispetto al pellet, però più ingombrante, quindi non proprio adatta a chi non ha sufficiente spazio, si ritroverebbe ad acquistarne di continuo, con spese maggiori. Da considerare anche il trasporto che necessita di mezzi adeguati. Diventando in questo modo anche più dispendiosa.

Il pellet, con un costo poco maggiore, invece è però meno ingombrante e più facile da portare da un posto all'altro, trattandosi sempre di un combustibile ecologico. Presentano anche il vantaggio di essere più semplici da installare, in quanto le canne fumarie risultano di minore dimensione.

La fiamma non è regolabile nelle stufe a legna, cosa che può invece essere fatta in quelle pellet. Anche se i nuovi modelli di stufe a lunga autonomia, possiedono un'emissione di calore più costante e regolare nel tempo, rispetto al passato, consumando così molta meno legna.

Di certo ha il suo fascino. L'ambiente appare più confortevole, la fiamma è bella, sana e il calore mantiene un'umidità costante, oggi anche il design è assolutamente al passo con i tempi.

Chi vuole la praticità e la comodità per riscaldare anche grandi ambienti, però tende a preferire una stufa a pellet, con una importante capacità termica, ma soprattutto ecologica e a combustione naturale. Anch'essa confortevole ed elegante, adatta a tutti gli ambienti. Ideale alle strutture senza canna fumaria, infatti si può istallare orizzontalmente su una parete esterna, che poi termina sotto la linea del tetto. Funzionante attraverso l’elettricità. Si possono per questo collegare alla presa di corrente, ma sono pensate anche nel caso in cui l’energia venga a mancare, provviste così di batterie all’interno. Possiedono un sistema di spegnimento automatico, o di segnalazione, nel caso in cui ci sia una perdita oppure un pericoloso aumento di pressione che può provocare un danno o addirittura lo scoppio. Essa necessita però di maggiore manutenzione cosa che invece si riduce al minimo nelle stufe a pellet.

Più